Il 2020 per la Cessione del V, è stato l’anno della Stabilità, in una Tempesta mai vista.

Almeno dal punto di vista dei risultati di volumi erogati di CQP e CQS, il panel di EMFgroup ha registrato una certa stabilità sul 2019. Il decremento è stato contenuto, a fine anno, pari al 5%.

Il 2020 è stato però un anno a tre velocità. 

Dopo un inizio d’anno con grande sprint, le erogazioni di prestiti cessione del V sono state caratterizzate da due-tre mesi di rallentamento, dovuto all’inizio della pandemia.

Dal mese di Luglio, la maggior parte degli operatori, ha conosciuto impennate delle erogazioni almeno fino all’inizio del nuovo lockdown dell’autunno.

Da metà novembre, però sono visibili i segnali di recupero del mercato, che stanno continuando a caratterizzare anche questi primi mesi del 2021.

Nel complesso, quindi non è stato così negativo, come qualcuno temeva.

Parlando di numeri, il mercato della Cessione del V, secondo il panel di EMFgroup, vale a fine anno circa Euro 7,5 mld (-5% sul 2019), colmando così parte del gap che si era creato a metà 2020 che risultava pari al 14% sullo stesso periodo 2019.

I numeri dell’ultimo trimestre del 2020, confermano la resilienza e la stabilità del business. Negli ultimi tre mesi dell’anno, la produzione ha infatti superato Euro 2 mld con un incremento intorno al 16% rispetto ai volumi registrati nel 3Q.

A livello distributivo, complessivamente le reti agenziali confermano la loro resilienza, anche grazie al sostegno delle proprie mandanti, in termini di tenuta del business.

Si conferma, anche nella fine dell’anno, le difficoltà di alcune reti di mediatori creditizi nel proporre cessione del V, rispetto al passato. Intorno al 10% è il rallentamento valutato per sportelli bancari e filiali dirette.

Il settore assicurativo registra nel 2020 una raccolta premi leggermente inferiore a quella del 2019, intorno a Euro 600 milioni. 

______________________

Il report con tutti i dettagli, è disponibile a pagamento. Per maggiori informazioni contattare Alberico Imbriano al 333 1851916 o scrivere a consulenza@emfgroup.it