I risultati di BNL nel 1° semestre sono in crescita, grazie al miglioramento dell’attività commerciale, così come emerge dalla relazione semestrale del gruppo BNP Paribas.

Gli impieghi sono in aumento dell’1,1% rispetto al secondo trimestre 2020, trainati soprattutto dall’aumento dei crediti erogati alla clientela retail. Al netto dei crediti deteriorati, l’aumento degli impieghi è del 2,9%.

I depositi crescono del 13,1% rispetto al secondo trimestre 2020, con un incremento in tutti i segmenti di clientela. La raccolta indiretta aumenta del 12,0% rispetto al 30 giugno 2020, grazie a un significativo incremento delle masse nei fondi di investimento (+19,0% rispetto al 30 giugno 2020), che beneficiano dell’andamento favorevole dei mercati, e di un aumento della raccolta nell’assicurazione sulla vita (+7,5% rispetto al 30 giugno 2020).

La raccolta netta del Private Banking è di ottimo livello (più di 0,9 miliardi di euro).

Il margine di intermediazione è in aumento del 3,1% rispetto al secondo trimestre 2020, attestandosi a 669 milioni di euro.

Dopo l’attribuzione di un terzo dei risultati del Private Banking Italia alla linea di business Wealth Management (divisione International Financial Services), BNL genera un utile ante imposte pari a 120 milioni di euro, in considerevole aumento (27,1%) rispetto al secondo trimestre 2020.

page8image653860592