estratto da relazione al 3° Trimestre di Banca Sistema

Nonostante il sistema economico in Italia risulti fortemente impattato dall’evolversi dell’epidemia (Covid- 19) la business line factoring di Banca Sistema, con volumi (turnover) pari a 2.183 milioni, ha registrato una crescita del 4% a/a, +10% nel terzo trimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.

L’andamento dei volumi nel terzo trimestre è stato caratterizzato da maggiori acquisti da clienti attivi in settori che negli ultimi mesi hanno registrato un andamento del business in miglioramento e nel settore del calcio, dove gli acquisti hanno decisamente invertito la flessione registrata nel secondo trimestre; inversione che non è stata registrata nel segmento dei crediti fiscali. Escludendo i crediti del calcio ed i crediti fiscali, la crescita a/a dei volumi del factoring nei primi nove mesi del 2020 è pari al 6%.

Gli impieghi factoring al 30 settembre 2020 (dato gestionale) si attestano a 1.749 milioni (di cui il 25% in azione legale, 11% se si considera la sola porzione rilevante ai fini del modello di stanziamento degli interessi moratori), in calo del 4% rispetto ai 1.822 milioni al 30 settembre 2019 e in calo del 4% rispetto al 30 giugno 2020. Il factoring pro soluto, pari all’84%, degli impieghi, include i crediti fiscali (pari al 21% degli impieghi).

Con riferimento alla business line CQS/CQP, il Gruppo ha acquistato/erogato crediti per 230 milioni (186 milioni nei primi nove mesi del 2019) e lo stock dei crediti al 30 settembre 2020 ammonta a 931 milioni, in aumento del 21% a/a e del 4% rispetto al 30 giugno 2020.

Gli impieghi del credito su pegno si attestano al 30 settembre 2020 a 75 milioni, in forte aumento rispetto ai 13,3 milioni al 30 giugno 2020 per l’integrazione del ramo acquisito da Intesa Sanpaolo (il perfezionamento dell’acquisto del ramo ha avuto efficacia dal 13 luglio 2020).