Banca Progetto, challenger bank specializzata in servizi per le piccole e medie imprese italiane e per la clientela privata, continua il suo percorso di crescita grazie al modello di banca digitale, nonostante il periodo di lockdown, continuando a garantire liquidità alle piccole e medie imprese e alle famiglie in un periodo particolarmente difficile.

Le erogazioni alle PMI nel primo semestre dell’anno sono pari a €400 milioni, in significativa crescita rispetto ai 250 milioni di tutto il 2019: secondo i dati di ItaliaFintech, associazione italiana che raggruppa i maggiori operatori del Fintech in Italia e a cui la banca aderisce, i volumi di finanziamento alle pmi erogati da Banca Progetto rappresentano oltre il 60% dei finanziamenti totali di tutte le associate.

Per quanto riguarda la clientela retail, i finanziamenti erogati con la cessione del quinto, nei primi sei mesi dell’anno sono stati pari a €115 milioni ed in crescita del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Capillarità e professionalità della rete distributiva, tempi di istruttoria rapidi, assistenza commerciale costante, attenzione al cliente e nuova piattaforma digitale sono i fattori chiave che hanno permesso di raggiungere questi risultati. Anche in quest’area sono previsti, a breve, ulteriori soluzioni digitali che consolideranno la positiva customer experience dei nostri clienti.

Sul piano della raccolta alla clientela retail, che conta oltre 20 mila clienti, si è aggiunto il segmento corporate e i volumi complessivi sono vicini al miliardo di euro. I mercati di riferimento della banca restano Italia e Germania a cui si sono recentemente aggiunti Spagna e Olanda. I clienti retail europei possono beneficiare di una full digital experience grazie al supporto della piattaforma Raisin. La raccolta da clientela istituzionale è cresciuta in maniera significativa, in coerenza con la crescita degli impieghi, permettendo di diversificare le fonti di provvista e rendendo più flessibile ed efficiente l’utilizzo della liquidità.

L’accelerazione di Banca Progetto sul digitale è stata possibile grazie a partnership con società fintech, fondamentali per creare innovazione attraverso sinergiche soluzioni a supporto dello sviluppo del modello di business: in particolare la banca ha concluso strategici accordi con AWS (Amazon Web Services) Modefinance, Salesfoce, Finleap, Gruppo MOL, Cheleo e FinDynamic.

Paolo Fiorentino, amministratore delegato di Banca Progetto, ha commentato: “Siamo una realtà sui generis nativamente digitale senza sportelli, ma con una presenza capillare sul territorio garantita dalla nostra rete di intermediari. Questa organizzazione, insieme alla nostra capacità di confrontarci ed integrarci con le fintech, in prospettiva, ci consentirà ulteriore crescita a costi variabili e comunque marginali su tutte le linee di business”.