Secondo gli ultimi dati di Assilea, l’associazione presediuta da Carlo Mescieri (nella foto), prosegue il trend di miglioramento registrato ad inizio anno per il mercato del leasing e del noleggio a lungo termine che, nei primi due mesi 2022, ha finanziato oltre 94 mila contratti per un valore di circa Euro 4,5 miliardi.

Rispetto a quanto osservato a febbraio 2021, la crescita sui valori di stipulato è pari al 18,7% a fronte di una leggera flessione sui numeri (-0,1%).

Nonostante una riduzione del 6,1% nei numeri e del 2,7% nei valori, il comparto dell’Auto si conferma quello prevalente, con una quota del 47,8% del totale stipulato dei primi due mesi del 2022.

Tale flessione è diffusa in tutti i sotto-compari ad eccezione della brillante performance del noleggio a lungo termine dei veicoli commerciali, che mostra una crescita del volume di stipulato superiore al 55% in numero e valore.

Il leasing strumentale, anche grazie al ricorso agli incentivi «Nuova Sabatini», continua a evidenziare un’ottima dinamica, segnando un incremento, rispetto a quanto osservato a febbraio 2021, del 14,8% in numero e del 58,4% in valore.

Nel settore Immobiliare continua a trainare la crescita del valore di stipulato «l’immobiliare da costruire» che, con un +36,4%, compensa la flessione del -13,3% «dell’immobiliare costruito» portando ad una crescita complessiva del settore del +7,8%.

In aumento anche il numero di stipule (+5,4%). Molto buona la performance dell’aeronavale e ferroviario nonostante il suo peso sullo stipulato complessivo risulti inferiore al 2%.

Ponendo l’attenzione alle dinamiche per comparto, i dati dei primi due mesi del 2022 mostrano nel leasing Strumentale la performance migliore.

In particolare, risulta in aumento sia il finanziario che l’operativo, rispettivamente del 69,5% e del 2,5%. Guardando alle singole fasce d’importo la crescita nel finanziario è diffusa in tutti i sotto-comparti, mentre lo strumentale operativo evidenzia una flessione del -3,5% nella fascia d’importo superiore a 50 mila euro.

In aumento anche il valore dello stipulato leasing Immobiliare, dove l’incremento registrato nel «da costruire» (+36,4%) compensa la flessione osservata nel «costruito» (-13,3%).

Il numero di contratti stipulati nel settore immobiliare sale in entrambi i sotto-comparti
portando complessivamente ad una crescita del 5,4% rispetto a quanto registrato a febbraio 2021.

A differenza degli altri settori, il leasing Auto, mostra valori in flessione in tutti i sotto-comparti ad eccezione dei veicoli commerciali in noleggio a lungo termine, che continuano a registrare una crescita in numero e in valore rispettivamente del 55,8% e del 57,3%.