20 Marzo 2023

Tempocasa presenta TempoReport: previsto nel 2023 un Decremento intorno al 18% delle Transazioni Immobiliari

di Giuseppe Gaetano, chief editor

Tempocasa ha presentato stamani, nella sua sede milanese di Bresso, TempoReport: l’Osservatorio immobiliare 2023, frutto del potenziamento del Centro studi aziendale – da oggi ridenominato TempoLab – sotto il profilo della business intelligence e, di conseguenza, dell’elaborazione di dati e valori.

Alla conferenza stampa hanno partecipato: il presidente del Gruppo, Daniele Palermo; il direttore comunicazione e marketing, Valerio Vacca; il direttore dello sviluppo della rete, Andrea De Giuseppe; e il presidente del partner per la mediazione creditizia Più Mutui Casa, Carlo Chidini.

Il report – che offre anche un importante approfondimento sul mondo della mediazione creditizia e dei mutui – monitora lo stato di salute del real estate italiano, con uno sguardo rivolto alle principali tendenze e dinamiche di ricerca, acquisto e vendita degli immobili emerse nel nostro Paese nell’ultimo triennio: zone più richieste, tipologie residenziali più vendute, quotazioni del momento.

Per il 2023 la 6° edizione del rapporto – la 1° nel nuovo maxi formato – si è incentrata su 11 focus territoriali: 6 regioni – Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Lazio, Campania e Liguria (quest’ultima in piena fase di espansione) – e 5 capoluoghi (Milano, Bologna, Torino, Roma e Napoli). Dall’analisi di numeri e percentuali raccolti dalle agenzie Tempocasa sparse sul territorio nazionale, una preziosa fonte di informazioni tecnico-economiche per operatori del settore e investitori.

Il documento è anche rivolto anche ai clienti finali, come strumento trasparente per aiutarli a prendere decisioni informate e consapevoli riguardo la compravendita di un immobile.

Qualche dettaglio emergente dalla relazione, scaricabile gratuitamente a questo link.

L’anno scorso il settore ha chiuso a livello nazionale con circa 784.486 transazioni immobiliari, segnando +4,8% sul 2021: una crescita trainata soprattutto dal primo semestre, poi tassi e inflazione hanno leggermente rallentato il business provocando parallelamente una contrazione anche del mercato creditizio.

Per questo il 2023 potrebbe avere un andamento più moderato, pari a 665.000 transazioni, con un decremento di circa il 17,9% sul 2022. Il ritorno all’acquisto è previsto per il 2025. Lo stesso sul fronte dei mutui: secondo una prima stima provvisoria, il 2022 si è chiuso a livello nazionale con un erogato totale di 55,2 miliardi di euro (incluse le surroghe). Le previsioni per il 2023 indicano un calo a 45 miliardi, dovuto all’esaurimento del fenomeno delle surroghe. Un importo che si prevede rimarrà stabile nel 2024, per risalire nel 2025

Più Mutui Casa la società di mediazione creditizia di Gruppo Tempocasa, che punta a superare i 300 collaboratori durante l’anno, ha chiuso il 2022 con 7.088 operazioni (+7,2% annuo) per un importo totale di oltre 868 milioni, in crescita dai 751 totalizzati nel 2021 (+15,6%).

Un salto enorme e costante nel tempo se pensiamo che nel 2014 l’erogato arrivò “solo” a 145 milioni. Anche i mutui con Tempocasa hanno continuato a crescere: nel 2022 sono stati 6.386, ossia il 92,2% del totale e l’11,4% in più del 2021. Cifre che fanno di PMC una realtà estremamente solida, in grado di affrontare l’anno con le spalle larghe.

(Visited 516 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli