13 Novembre 2023

Illimity: Raggiunto già l’Utile 2022 grazie a Raccolta Retail, Impieghi e Crediti a PMI. Bene b-ilty e HYPE

Utile netto in crescita a 75 milioni di euro (+48% a/a) grazie a una raccolta (5,6 miliardi; +31%) diversificata le fonti di funding in segmenti e comparti del mercato delle Pmi; e ricavi in aumento a 282 mln (+ 21%), con una forte performance sia del margine di interesse (147,7 mln; +27%) – trainato dai crediti verso clientela (4,2 mld; +27%) – sia delle commissioni (50,9 mln; +22%) che hanno beneficiato dello sviluppo di credito e servicing.

Sono le cifre con cui Illimity Bank ha chiuso il terzo trimestre 2023. In particolare l’erogato alla clientela, nonostante numerosi rimborsi anticipati nel trimestre, è trascinato da una robusta business origination verso le piccole e medie imprese. Gli impieghi delle divisioni Growth Credit e Investment Banking crescono infatti in aggregato del 37% in un anno.
Nel bilancio dei primi 9 mesi, si sottolinea il progresso della piattaforma digitale b-ilty, operativa nel credito da inizio anno, i cui volumi raggiungono 217 mln; e della fintech company HYPE, che registra un incremento sia della base clienti (+8%) che del numero di transazioni (+31%), con un’offerta commerciale arricchita da nuove soluzioni assicurative e di finanziamento di primari operatori di mercato.

Si conferma importante il contributo dei prestiti assistiti da garanzie pubbliche o assicurati: rappresentano la metà del totale, consentendo alla banca di ottenere un’elevata redditività sul capitale. Molto bene anche il factoring, che continua a mostrare un ottimo andamento con un turnover in crescita del 49%. Da notare che la componente retail (3,3 mld; +42% da gennaio) è maggioritaria nel dato della raccolta complessiva, mentre quella dal settore corporate è pari a 0,5 mld.
Qualità del credito sotto controllo con un costo in calo a 34 punti base e un’incidenza dei deteriorati organici, al netto delle posizioni assistite da garanzia, su livelli contenuti all’1,3%. Tra gli altri dati della relazione: costi operativi a 156,6 mln (+12%) tra spese del personale e amministrative; patrimonio solido, con un coefficiente CET1 al 14,75%; risultato di gestione pari a 125,4 mln (+35%).

Nell’ultimo trimestre dell’anno Illimity prevede un’ulteriore crescita di crediti alla clientela e ricavi, pur nel rincaro del costo del funding. “L’utile ha già raggiunto il livello dell’intero 2022 – esulta il founder e Ceo, Corrado Passera -, grazie alla crescita del core business e alla partnership sulla nostra piattaforma IT che ha aperto un’altra area di ricavi. Nel credito e servizi alle PMI abbiamo registrato un trimestre record e la divisione distressed ha visto un aumento della redditività con un focus sempre maggiore sul segmento UTP”.

Confidare insieme a Illimity Bank per Liquidità alle PMI

(Visited 159 times, 1 visits today)
Navigazione fra articoli