Iccrea Banca e FSI hanno perfezionato la partnership strategica siglata a gennaio 2022 e finalizzata all’ulteriore sviluppo in ottica fintech di BCC Pay, la società di monetica nata all’interno del Gruppo BCC Iccrea.

BCC Pay ad oggi conta circa 4 milioni di carte di pagamento, oltre 200 mila POS e circa 50 miliardi di euro di transato annuo.

L’operazione crea una nuova realtà italiana e indipendente nel settore dei pagamenti in Italia, punto di riferimento nel panorama del fintech e con un approccio orientato all’innovazione e alla crescita della digitalizzazione nel nostro Paese.

BCC Pay può inoltre contare su una solida posizione finanziaria e su una piattaforma IT scalabile.

L’operazione, che ha una valorizzazione complessiva di fino a 500 milioni di euro, si è conclusa a seguito dell’autorizzazione da parte di tutte le Autorità competenti e ha previsto l’investimento di FSI in BCC Pay attraverso l’acquisizione per il tramite del veicolo Pay Holding S.p.A. del 60% del capitale sociale della Società, mentre il restante 40% è rimasto – sempre per il tramite del veicolo Pay Holding S.p.A. – in capo a Iccrea Banca.

È stato altresì sottoscritto il contratto di distribuzione di lungo termine dei prodotti e dei servizi di BCC Pay a valere su Iccrea Banca e sulle BCC del Gruppo BCC Iccrea.

BCC Pay si avvarrà delle competenze di Massimo Arrighetti (ex AD di SIA S.p.A.), nominato presidente, e di Fabio Pugini, nominato amministratore delegato.

Le direttrici di sviluppo della Società saranno principalmente: l’ampliamento dell’offerta e il costante miglioramento del servizio; l’innovazione; il focus sui clienti e le loro esigenze; la possibilità di allargare la customer base ad altri operatori.