IBL Banca ha firmato un accordo per arrivare al 30% del capitale di Figenpa. L’operazione è soggetta all’autorizzazione di Banca d’Italia, attesa entro fine maggio.

L’accordo tra IBL Banca e Figenpa, società finanziaria iscritta all’Albo di cui all’ex art. 106 TUB e operatore specializzato nel settore della cessione del quinto, consolida la collaborazione avviata nel 2013 e si configura come una più stretta partnership industriale.

Figenpa rappresenta un partner storico per IBL Banca, con un modello di business basato su principi coerenti con strategia e valori della Banca, quali specializzazione, presenza diretta sul territorio attraverso una rete di 31 punti vendita, centralità del cliente, forte attenzione agli aspetti consulenziali e alla fidelizzazione della relazione.

Nel 2021 il Gruppo bancario IBL Banca ha visto i flussi finanziati consolidati per cessione del quinto raggiungere i 930 milioni di euro per un totale impieghi che ha superato i 3,3 miliardi di euro. Il Gruppo è attivo nel mercato della CQS sia tramite la capogruppo IBL Banca sia attraverso la controllata IBL Family (partecipata al 70% dal Gruppo IBL Banca e al 30% da Tecnocasa Holding), che nei prossimi mesi si trasformerà in banca per effetto della fusione per incorporazione in Banca di Sconto.

Figenpa è una realtà solida che negli anni si è affermata fra i più importanti intermediari finanziari non bancari specializzati nella cessione del quinto. Tramite questa operazione puntiamo a creare nuove sinergie e poniamo le basi per cogliere ulteriori opportunità di sviluppo e crescita” ha spiegato Mario Giordano (nella foto a destra), amministratore delegato del Gruppo IBL Banca.

Siamo lieti di rafforzare la nostra collaborazione con IBL Banca, ha dichiarato Ivo Ghirlandini (nella foto a sinistra), amministratore delegato di Figenpa e principale azionista della società; una partnership che prosegue da molti anni e che oggi si consolida attraverso una maggiore presenza di IBL Banca nella compagine sociale di Figenpa, un punto di partenza per lo sviluppo condiviso di ambiziosi progetti futuri”.