Social - Facebook - PLTV - Incredit Credipass PrestitoSI Creacasa

Gli operatori della consulenza creditizia non sono ancora pienamente consapevoli dell’importanza di essere presenti sui social network e non hanno ancora tutti capito che “i clienti si affidano sempre più ai consigli degli altri clienti anche per scegliere un mutuo, un prestito o un’assicurazione”.

Da una recente indagine condotta da EMFgroup è emerso che la maggior parte delle reti di consulenti creditizi ha una pagina informativa istituzionale su “facebook”, ma sono solo poco più di dieci operatori che hanno una presenza attiva sui social media e che usano ad esempio facebook per acquisire nuovi clienti.

Dalla indagine, è emerso che fra le reti di consulenza creditizia più attive sui social network si riconoscono Incredit Plus, CreaCasa, Il tuo Prestito, Prestito Sì, Credipass e poi ancora, anche se con minore presenza, Più Unica, Big Finance e Mutui Prestiti e Servizi.

Durante la crisi, i clienti hanno capito che il valore delle informazioni che ricevono direttamente dalle istituzioni finanziarie in realtà è spesso limitato e non oggettivo [highlight color=”yellow”]e quindi hanno imparato sempre più a fidarsi della esperienza degli altri clienti che hanno necessità simili alle loro.[/highlight] I clienti sanno che i social network forniscono la trasparenza che cercano.
I social network forniscono allo stesso tempo alle società una finestra in tempo reale sui pensieri dei loro clienti e più in generale di tutto il pubblico. Quindi offrono nuove opportunità per venire incontro ai loro bisogni, problemi e per risolverli ancora più efficacemente.
Una rete di consulenza creditizia che vuole veramente mettere al centro il cliente non può quindi trascurare la propria presenza sui social network, perché sono l’unico vero strumento efficace per accelerare gli sviluppi verso la centralità del cliente.

Bisogna anche saper ascoltare, rispondere e sfruttare le opinioni dei consumatori, per poter crescere in un mercato ancora così difficile.

I social media cambiano le modalità di ricercare mutui e prestiti da parte dei clienti*

Le persone cercano sempre di più su google termini come “compara mutuo”, “finanziare” o “prestito migliore”.
Questo ha fatto sì che nel mondo,le spese per il marketing online lievitassero negli ultimi anni. Secondo un recente studio americano, la spesa del settore finanziario per la pubblicità online sui motori di ricerca è aumentata del 78% negli ultimi anni.

[highlight color=”yellow”]Quanto avete ad esempio speso voi nell’ultimo anno per la vostra presenza e pubblicità on-line?[/highlight]

I clienti accedono ai social media per scoprire cosa pensano i loro amici.
I motori di ricerca come Bing e Google hanno iniziato a collaborare con i social media come Twitter e Facebook in modo da rendere le opinioni dei clienti disponibili alla ricerca.
Il focus anche per le società di consulenza creditizia si deve spostare dal fornire contenuti su un sito web aziendale al rendere i contenuti più accessibili ai motori di ricerca, ai social network e altri siti esterni.

[highlight color=”yellow”]Bisogna essere sempre più presenti dove sono i clienti  e i potenziali clienti.[/highlight]

La nuova realtà che emerge dai pareri dei consumatori richiede anche alle reti di consulenza creditizia di giocare d’anticipo.

*Paragrafo tratto dal libro “Reinventare i Servizi Finanziari” (MFC editore 2013)