Questo è iI titolo di un famoso libro Americano dal titolo “Manage your energy not your time” che a cinque anni dal suo lancio è ancora un best seller.

Di questo libro vi vorrei proporre alcuni dei punti chiave.

L’ambiente lavorativo diventa sempre più stressante e pressante? La maggior parte delle persone spesso rispondono lavorando più ore e questo comporta maggiore stress che si ribalta sia sul lavoratore che sulla azienda.

Allo stesso tempo le persone non fanno abbastanza attenzione su cosa genera la loro energia positiva e su che cosa la brucia. Aumentare la propria energia è il miglior modo per fare le cose meglio e in modo più rapido.

Il tempo è una risorsa disponibile in modo limitato, l’energia è diversa e si basa su quattro componenti: Corpo. Emozioni, Mente e Spirito. Ognuna di queste componenti può essere migliorata e rinnovata.

In questo libro si descrive bene le modalità che possono aumentare energia in queste 4 componenti.

Ad esempio, fare dei lunghi respiri ogni tanto  serve per recuperare energia fisica, allo stesso modo essere coinvolti in attività che appassionano potrebbe aumentare l’energia dello spirito.

Si può cambiare la routine quotidiana solo se le persone sono estremamente convinte.

Si deve abbandonare il ruolo di vittima e tutte le emozioni che creano energia negativa. La nuova tecnologia crea continue distrazioni mentali, che consumano energia, ad esempio i continui suoni dei cellulari che avvertono su email e messaggi.

Ovviamente un ruolo importante nel creare maggiore energia positiva la possono giocare anche le aziende stesse. Ad esempio, Wachovia Bank, Ernst & Young, Sony e Deutsche Bank hanno realizzato per i loro dipendenti un programma di formazione sulla gestione dell’energia che ha portato a significativi effetti positivi sul miglioramento della relazione con i clienti e sul miglioramento della produttività e della soddisfazione personale

5 suggerimenti per gestire la tua energia

  1. Programma delle pause/interruzioni dal lavoro. Non importa se tu pensi che non ne hai bisogno, programma delle soste, creati dei momenti di divertimento e di relax.
  2. Raddoppia le pause di cui pensi avere bisogno, spesso si sottostima il tempo dedicato al relax di cui uno ha effettivamente bisogno.
  3. Imparare a staccare la spina. Quando ad esempio vai via per il week end, impara a staccare la spina e non continuare sempre a pensare al lavoro
  4. Fai una lista delle cose/attività che ti fanno rilassare – questo ti aiuta a farle più spesso,
  5. Ridimensiona alcuni tuoi obiettivi con obiettivi più raggiungili. E premiati spesso, impara a festeggiare i tuoi successi.