Metti sempre in agenda un appuntamento con te stesso.

Credo che dopo anni cosi duri, non ci sia più nessuno che non abbia sviluppato una certa pianificazione strategica per il proprio business o che non si sia impegnato ad avere più forti capacità di fare le cose, ovvero per migliorare la famosa “execution”.

Non solo, ritengo che la maggior parte di voi sia più flessibile, più aperto ai cambiamenti, più orientato alla execution e più focalizzato sulle cose che deve fare rispetto al passato.

Altra caratteristica che oggi è molto comune agli imprenditori e professionisti è una migliorata capacità di gestire il rapporto con il cliente e una più efficace capacità di comunicazione. Il come si comunica quello che si fa, sia durante un incontro, sia sul proprio sito internet o durante una presentazione in un convegno, può fare, come sapete,  la grande differenza.

Per non parlare di una decisamente migliore attitudine alla creatività e alla innovazione. Tantissimi stanno cercando nuove cose per la loro attività per poterla sostenere nel futuro.

Quello che però sembra, almeno secondo la mia esperienza basata sul rapportarmi quasi quotidianamente con tanti professionisti ed imprenditori nel mercato dei servizi finanziari, è la capacità di riflettere  su stessi e a come si sta lavorando.

Mi spiego meglio, a mio avviso, manca la capacità di fermarsi un attimo e di considerare il proprio posizionamento, il dove si sta andando e a come si stanno facendo le cose. Credo che molti di voi possano considerare questo come una perdita di tempo, ma non lo è.

Coach internazionali, ad esempio, stanno insegnando ai leaders delle grandi organizzazioni mondiali ad avere un appuntamento fisso con loro stessi di un’ora una volta alla settimana.

Credo che questo sia utile anche a voi, che sicuramente non avete mai tempo per voi.

E’ importante fermarsi a riflettere su cosa si è fatto nella settimana, su cosa si è imparato dalle vostre azioni e dalle vostre interazioni e su cosa si sarebbe dovuto invece fare.

Quando i coach propongono ai leaders di “fermarsi per un’ora” , la risposta è quasi sempre negativa, anche loro “non hanno tempo!”.

Vi siete mai fermati per un appuntamento con voi stessi nel 2013, o avete usato un coach oppure non avete mai fatto nulla di questo genere?

Anche in Italia vanno sempre più di moda i personal coach, usati per chi deve prendere decisioni come strumento di confronto in questo contesto così pieno di sfide.

E’ sicuramente di valore usarli, ma non c’è niente di meglio che una vera riflessione con se stessi per capire veramente come si sta operando nel proprio business.

Come far diventare l’appuntamento con se stessi un appuntamento nella propria agenda come ad esempio l’andare in palestra?

Ecco qualche suggerimento:

    • fissare l’appuntamento durante le ore di lavoro e non durante il week-end, o sul treno-in auto o al venerdì tardo pomeriggio.
    • creare un file o dedicare un spazio nel proprio notebook in cui poter prendere appunti su alcuni fatti chiave che sono successi, sui feed back degli altri…e pensare a come comportarsi in modo diverso nel futuro.
  • riflettere su i tuoi successi, sulle cose che hai fatto, servono per darti fiducia nel futuro, soprattutto nei momenti più duri.
  • mai cancellare il meeting con te stesso, fallo diventare uno dei principali appuntamenti della settimana. Mettiti al primo posto, pensa a tutti quegli appuntamenti che hai e che sono invece delle vere perdite di tempo.

Buon 2014

Comments are closed.