Al via oggi il primo piano pensionistico individuale di Unicredit, denominato a seconda delle aree geografiche di distribuzione in Unicredit Previdenza PIP Aviva, Unicredit Previdenza PIP CRV e Unicredit Pensione PIP CNP secondo i partner assicurativi preposti.

Si tratta di un prodotto che prevede due opzioni di investimento nella fase di accumulo, un fondo a gestione separata e un fondo azionario.

Il PIP prevede una copertura assicurativa in caso di premorienza pari ad una maggiorazione del valore di riscatto totale della posizione individuale in caso di decesso dell’aderente. La misura di maggiorazione – che non può essere superiore ad Euro 50.000 – varia a seconda dell’età dell’aderente al momento dell’evento, ovvero da 18 anni a 39 anni 5,00%; da 40 anni a 54 anni 2,00%; da 55 anni a 64 anni 1,00%; oltre 64 anni 0,20%.

Costi nella fase di accumulo

Unicredit_PLTV

Questa mossa di Unicredit conferma quanto la previdenza sia strategica per le banche Italiane. Il 2013 è atteso essere l’anno della previdenza in banca. Diverse altre realtà stanno investendo su questo come ad esempio Banco Popolare e Banco Posta.