RBM Assicurazione Salute elimina scoperti e franchigie a carico degli assicurati veneziani fino al 15 dicembre prossimo.

Una marea salmastra ha inondato Venezia: 187 centimetri di acqua hanno invaso la città e le isole dell’arcipelago veneziano e si attende con grande preoccupazione un’altra marea.

A fronte di questo drammatico stato di emergenza che ha messo in ginocchio l’intera città e le isole veneziane, RBM Assicurazione Salute, la Prima Compagnia assicurativa nel ramo salute, ha deciso di eliminare scoperti e franchigie (ovvero la quota a carico dell’assistito) per le cure mediche degli assicurati di Fondi Sanitari/Polizze collettive e Polizze Salute Individuali presenti nella città di Venezia.

Tale estensione dei livelli di rimborso troverà applicazione sia per le prestazioni fruite direttamente presso le strutture sanitarie convenzionate con il nostro network sanitario sia in strutture NON convenzionate con la Compagnia. L’iniziativa comporta anche la non applicazione dell’eventuale esclusione di polizza relativa a cure mediche conseguenti da inondazioni, alluvioni e maremoti.

Venezia è la nostra città. La tutela delle famiglie di fronte ad eventi catastrofali come quelli che hanno colpito la laguna in questi giorni è per noi una priorità assoluta sia verso i nostri assicurati sia verso il nostro territorio” – dichiarazione sentita quella di Marco Vecchietti, AD e DG di RBM Assicurazione Salute, che continua – “Questa è la prima delle iniziative che abbiamo programmato per essere vicini ai nostri concittadini per il mese di novembre e oltre, se sarà necessario”.