Una recente indagine svolta sul mercato inglese da Money Advice Service rivela che anche il mercato inglese è caratterizzato da bassi tassi di sviluppo delle polizze protection.

Ad esempio le polizze income protection non si sarebbero così sviluppate come si pensava e quasi la metà delle coppie e delle famiglie che lavorano non hanno una copertura sulla vita.

Un’altra ricerca commissionata da ABI (Association of British Insurers, l’Ania inglese per intenderci) ha rivelato che oltre 10 milioni di famiglie (ovvero più del 60% delle famiglie che lavorano) vedrebbero ridursi il loro reddito di più di un terzo nel caso il generatore del reddito maggiore non possa più lavorare a causa di una malattia.

Considerando queste cose, ABI sostiene che il Protection Gap dovrebbe essere una priorità per il Governo inglese.

Non solo, l’Associazione degli Assicuratori inglesi continua a sottolineare l’importanza  da parte delle reti di vendita di migliorare la consulenza e l’approccio ai clienti per supportarli ad assicurarsi.

Questo però da solo non basta, gli stakeholder dovrebbero fare investimenti per migliorare la consapevolezza del bisogno di prodotti di protezione.
Infatti se non si migliora la domanda di prodotti di protezione sarà veramente difficile aumentarne la penetrazione e lo sviluppo.

riproduzione riservata PLTV