Nel corso dell’esercizio la gestione della Compagnia è stata caratterizzata dal perseguimento delle seguenti priorità:

  • valorizzazione delle nuove esigenze della clientela nei campi del welfare, della sanità, dell’assistenza, della sicurezza del reddito durante e dopo l’età lavorativa, favorendo lo sviluppo di un nuovo modello di assicurazione
  • che copra al contempo le esigenze di protezione, risparmio, investimento e previdenza;
  • potenziamento dell’offerta, con un approccio flessibile nella gestione di prodotti e servizi al variare delle condizioni di mercato e dei bisogni dei clienti;
  • ottimizzazione del modello di supporto alla rete, sperimentando altresì l’utilizzo di nuovi canali di vendita e di nuove iniziative commerciali.

I risultati commerciali registrano una produzione di premi complessiva di Euro 86,4 milioni (+27% rispetto al 2013) a fronte del collocamento di 347 mila nuovi contratti (323 mila i contratti collocati nel precedente esercizio).

Le dinamiche descritte, accompagnate da un positivo andamento della gestione finanziaria e da un contenimento dei costi di funzionamento, ha consentito il conseguimento di un risultato netto positivo per Euro 7,3 milioni (Euro 5,5 milioni nel 2013).

Nel mese di settembre 2014, in una logica di razionalizzazione e ottimizzazione delle attività e per conseguire le opportune sinergie all’interno del Gruppo assicurativo, è stata perfezionata l’operazione di cessione a titolo oneroso del portafoglio “danni” da parte di Poste Vita afferente i prodotti assicurativi “danni” destinati al mercato “retail”, e segnatamente i prodotti “Postapersona Infortuni”, “Postapersona infortuni senior” e “Postapersona Salute”.

fonte: Bilancio Poste Italiane 2014