filo diretto

Filo Diretto, compagnia specializzata nella protection e in particolare nella assistenza sanitaria, si avvia verso un nuovo corso. 

Presentata all’IVASS l’operazione secondo cui ad Alberto Di Tanno, azionista di riferimento del Gruppo Intergea, andrà la maggioranza di Filo diretto Assicurazioni. Giorgio Introvigne parteciperà all’operazione come azionista di minoranza e sarà nominato Amministratore Delegato di Filo diretto Assicurazioni

Alberto Di Tanno (azionista di riferimento del Gruppo Intergea e di Nobis Assicurazioni) e il Gruppo Filo diretto (il cui azionista di riferimento è Gualtiero Ventura) hanno siglato un accordo che prevede la cessione della maggioranza delle quote di Filo diretto Assicurazioni (attualmente controllata al 100% da Filo diretto Holding) alla società Intergea Finance, di cui lo stesso Alberto Di Tanno è azionista di maggioranza e una quota della quale è di proprietà della società CF2000, che fa riferimento a Giorgio Introvigne. L’operazione è soggetta, nei termini di legge, all’autorizzazione da parte dell’IVASS.

Il nuovo assetto di governance di Filo diretto Assicurazioni, nel rispetto della massima continuità operativa, vedrà alla Presidenza Gualtiero Ventura, Amministratore Delegato sarà Giorgio Introvigne; gli altri consiglieri saranno Gerlando Lauricella, che ricoprirà la carica di Vice Presidente, Alberto Di Tanno, Salvatore Passaro, Umberto Panizza e Mario Drossopulo.

Sulla base dei dati preliminari 2015, l’aggregato Filo diretto Assicurazioni-Nobis supera la soglia di Euro 100 milioni. Le due società, che operano in mercati e territori complementari, sono caratterizzate entrambe da forti elementi di innovazione, con una particolare focalizzazione, rispettivamente, sul contenuto di servizio nelle polizze offerte e sul risarcimento in forma specifica.

Nel medio periodo, è prevista la possibilità di una fusione tra Filo diretto Assicurazioni e Nobis che potrà portare sensibili benefici sia in termini di miglior copertura della clientela esistente, attraverso un’attività di cross selling che possa utilizzare i punti di forza dei prodotti e servizi delle due compagnie (in particolare per quanto concerne l’offerta assicurativa nei rami auto), sia in termini di espansione su nuovi prodotti e mercati, senza modificare il focus sulle attuali eccellenze delle due società.


riproduzione riservata PLTV