ivassL’IVASS ha pubblicato i risultati dello studio sulle vendite di polizze assicurative abbinate ai servizi di erogazione  dell’energia e dell’acqua, ed i conseguenti interventi di vigilanza adottati a tutela dei consumatori.

L’analisi è  scaturita  dall’indagine  IVASS  “Sei  assicurato  e  forse  non  lo  sai“, svolta  nel  2014,  relativa  al  più  generale fenomeno di cross selling di polizze abbinate a prodotti e servizi di natura non assicurativa, da cui  erano  emersi aspetti  problematici per i consumatori legati alle modalità dell’offerta,  alla conoscenza dell’esistenza delle polizze e, conseguentemente, alla possibilità di attivarle in caso di bisogno.

Dallo studio in questione è emerso che i consumatori in possesso di una polizza abbinata alla bolletta sono 2 milioni, i premi complessivamente raccolti ammontano a Euro 33 milioni di (di cui Euro 28,1 milioni nel settore energetico) e le richieste di indennizzo rappresentano solo l’1% delle polizze, con un indice di rigetto del 32%. Punti di attenzione per la tutela del consumatore sono risultati le modalità dell’offerta, l’informazione sull’esistenza della polizza, la possibilità di attivarla in caso di bisogno.

L’IVASS ha chiesto a sei imprese di assicurazione, (non indicate nel rapporto) che offrono garanzie con premi a carico dell’assicurato, la revisione delle condizioni contrattuali, spesso contenenti oneri gravosi in caso di sinistri e limiti ai requisiti di assicurabilità. L’Istituto ha inoltre chiesto alle sei imprese di assicurazione di sensibilizzare i partner commerciali al fine di migliorare la trasparenza e l’informativa alla clientela. L’elemento che differenzia maggiormente il settore energetico da quello idrico è rappresentato dal carattere (dichiarato) di gratuità per l’utente della maggior parte dei pacchetti che offrono polizze in abbinamento ai servizi energetici; di contro le  polizze abbinate ai servizi idrici sono  tutte a pagamento.

Le indicazioni dell’IVASS hanno innescato un più generale processo di rivisitazione dei rapporti commerciali in essere tra imprese di assicurazione e partner commerciali, con conseguente rimodulazione delle offerte e delle modalità di collocamento e di gestione dei sinistri. Le varie fasi dell’indagine sono  state  oggetto  di  costante  confronto  nel  corso  del  2015 tra IVASS  e  le Associazioni dei consumatori, consentendo di mettere a fuoco i profili di maggiore delicatezza per i consumatori e le modalità più efficaci di intervento a loro  tutela.

Al report, raggiungibile anche da questo link, sono annessi tre consigli per il consumatore per verificare, controllare e conoscere caratteristiche, condizioni ed ogni elemento utile delle eventuali coperture assicurative abbinate a servizi dell’energia e dell’acqua.