Nella relazione IVASS si legge che sono stati trattati 2.597 reclami nel corso del 2013.

Come nel 2012 la più frequente causa di reclamo (37% rispetto al 41% del 2012) ha riguardato il ritardo nel pagamento delle somme dovute al beneficiario, sia per scadenze o decessi sia per riscatti. Si è intervenuti su ogni singolo caso per sollecitare il pagamento della somma e il riconoscimento degli interessi di mora.

Per quanto riguarda la fase assuntiva, che ha visto aumentare l’incidenza percentuale sul comparto vita (dal 41% del 2012 al 44,4% del 2013), le segnalazioni più frequenti hanno riguardato il mancato rimborso dei premi relativi a polizze accessorie a mutui e finanziamenti.

Ad alcune imprese si è contestato il mancato riconoscimento del nesso funzionale tra polizze e prestito sottostante, chiedendo di procedere al rimborso del premio.