Ikea, il più grande retailer di mobili al mondo, ha confermato che il 1° ottobre, in pochi selezionati store in Svezia, ha iniziato a vendere coperture assicurative per la gravidanza e l’infanzia marcate Omifall. Secondo una fonte, nel giro di qualche settimana, negli store svedesi l’offerta sarà estesa anche a prodotti assicurativi sulla casa.

Il progetto iniziale è quello di puntare sui 2,5 milioni di membri del loyalty club svedese e di espandere il ramo assicurativo all’estero in un momento successivo. Globalmente, il loyalty club di Ikea conta 59 milioni di membri. Ikea ha rifiutato di commentare l’imminente lancio di ulteriori prodotti assicurativi.

Sia i prodotti di copertura assicurativa per l’infanzia che quelli per la casa sono gestiti da una società all’interno dell’impero Ikea – nota come Ikano Group – di proprietà dei tre figli dell’ottantottenne fondatore Ingvar Kamprad. Mentre Ikano già da tempo offre prodotti assicurativi, questi sono stati tenuti separati dalla principale attività di arredamento assemblabile di Ikea. La fonte ha commentato che “questa è la prima volta che il padre adeguatamente ammette la società dei figli in Ikea”, notando il ricambio generazionale in fieri, dal momento che i figli di Kamprad assumono così un ruolo sempre più attivo nel mondo Ikea.

I figli di Kamprad, Peter, Mathias e Jonas, tengono un basso profilo, in quanto Kamprad ha sempre esercitato una forte stretta sull’impero del mobile. Nel 2013, però, la società ha annunciato che Kamprad, tra gli uomini più ricchi al mondo, si sarebbe dimesso dal consiglio di amministrazione di Inter Ikea Holding e che il figlio maggiore, Mathias, sarebbe stato promosso a presidente.

L’intricato assetto societario di Ikea può rendere difficile per degli esterni valutare dove finisca una business unit e dove ne inizi un’altra. Kamprad concede poche interviste e i suoi figli di mezza età non ne hanno mai rilasciate, esclusa un’apparizione nel magazine dello staff di Ikea. In precedenza, Ikea aveva già impiegato la propria ampia base di clientela per diversificarsi in settori oltre la tradizionale attività nel mondo del mobile. Nel 2012, la società aveva testato in Svezia la vendita di televisori e casse, che è stata successivamente ampliata a livello internazionale. Inoltre, la società è diventata uno dei più grandi venditori di elettrodomestici da cucina, come i forni e le lavastoviglie, prodotti da società come Electrolux e Whirlpool.

fonte: Intermedia Channel