Il Gruppo Helvetia ha incontrato i propri Agenti durante la Convention annuale che si è tenuta oggi a Bologna.

Crescita sostenibile, qualità ed eccellenza: questi i temi principali trattati durante l’appuntamento istituzionale di quest’oggi che ha coinvolto tutto il Board del Gruppo Helvetia Italia e il CEO Europa.

Oltre 450 gli Agenti presenti a Bologna, nella cornice del nuovissimo centro congressi del FICO Eataly World, per l’appuntamento istituzionale del Gruppo Helvetia Italia presentato da Maddalena Corvaglia.

L’incontro è stato importante non solo per fare il punto sui risultati raggiunti nel 2018 da tutte le Compagnie del Gruppo e dalla Rete Agenziale, ma anche per interpretare ciò che sta accadendo nel mercato di riferimento e illustrare i prossimi passi: coltivare oggi il futuro di domani, appunto, come è il titolo dato alla convention di quest’anno.

Il 2019 è un anno importante per Helvetia in Italia: verrà elaborato il nuovo piano strategico per dare continuità alla strategia “Helvetia 20.20″, che sta ormai cogliendo gli ultimi frutti dopo aver posto l’innovazione e la digitalizzazione al centro dello sviluppo del Gruppo.

Il primo tra i relatori che si sono susseguiti oggi sul palco è stato il ceo del Gruppo Helvetia Italia, Francesco La Gioia, che ha commentato i risultati 2018 del Gruppo e ha poi chiarito le priorità d’azione per il futuro, ovvero il miglioramento dell’offerta tramite la focalizzazione sempre maggiore sul Non- Auto nel segmento Danni e su prodotti diversi da quelli rivalutabili con garanzia nel Vita, lo sviluppo di modalità di business supportate da tecnologia digitale e l’efficientamento dei sistemi informatici. Uno degli elementi trainanti per questi nuovi programmi sarà – ha affermato lui stesso – il “continuare a fare bene quello che abbiamo sempre fatto bene, in modo tradizionale, lasciando però una disponibilità di risorse per generare il “nuovo”, e le nuove modalità di interazione che clienti ed intermediari si aspettano essere in linea con l’evoluzione della tecnologia digitale.”

A seguire, il ceo di Helvetia Europa, Markus Gemperle, in collegamento video, ha voluto commentare i risultati complessivi di Helvetia in Europa ed evidenziare quanto la Casa Madre Svizzera punti alla realizzazione di nuovi modelli di business e alla esplorazione di innovazioni mirate per rendere i servizi più semplici per i clienti (es. chatbots). Gemperle ha poi risposto in diretta a qualche domanda giunta dalla platea, riferite in particolare al ruolo dell’agente nell’era della multicanalità e a nuove iniziative di customer experience.

La Convention è proseguita con un intervento a più voci, da parte dei Membri del Comitato di Direzione del Gruppo, i quali, ognuno per la propria area di competenza, hanno fornito altre importanti informazioni legate ai rami Danni e Vita, alla Direzione Commerciale e alla Innovazione Tecnologica.

Ospite d’eccezione Antonino Cannavacciuolo, lo Chef stellato che negli ultimi anni ha acquistato importanza anche nella scena economica italiana ed è diventato portavoce dell’alta qualità del made in Italy e del “Italian Way of Life”. Del resto, la scelta della location non è affatto casuale: FICO Eataly Worldè il più grande parco a tema sull’eccellenza alimentare esistente al mondo. Accogliendo centinaia di imprese italiane, che mostrano in diretta la loro arte manifatturiera, è un luogo di produzione di valori prima ancora che prodotti. Gli stessi valori in cui Helvetia crede e sui quali tutto il Gruppo, in Italia e in Europa, fonda la propria crescita sostenibile.