[highlight color=” yellow”]L’indagine promossa da Allianz e da Allianz Global Investor è stata condotta su un panel di oltre 1.400 individui di età compresa fra i 50-70 anni che vivono in sette diversi paesi europei (Italia, Austria, Francia, Germania, Olanda, Svizzera e UK) e di cui il 60% sono maschi.[/highlight]

I risultati sono stati resi noti pochi giorni fa dall’ufficio investor relations di Allianz.

Il 14% dei rispondenti Italiani partecipanti all’indagine si è dichiarato insoddisfatto della propria pianificazione di “risparmio per la pensione”, contro la media Europea emersa dall’indagine dell’8%.

I più soddisfatti gli Svizzeri, solo il 2% si sono infatti dichiarati insoddisfatti mentre sono abbastanza insoddisfatti anche i Francesi, con l’11% di risposte negative.

Inoltre:

  • Un terzo dei partecipanti ha denunciato che ha iniziato a pianificare i propri piani pensionistici troppo in ritardo
  • Uno su quattro intervistati sostiene che non ha risparmiato abbastanza
  • La metà è convinta di non riuscire a mantenere lo stesso standard di vita, anche a causa delle recenti riforme pensionistiche.

I rispondenti più giovani sono stati quelli che hanno dato le risposte più negative, in quanto sentono di più l’impatto della crisi finanziaria sul loro patrimonio e sul loro risparmio pensionistico.

Il 40% del rispondenti fra i 50-54 anni pensa invece che riuscirà a mantenere lo stesso standard di vita, mentre il 53% dei partecipanti fra i 60-70 anni è decisamente ottimista.


L’inflazione è un rischio sentito un po’ in tutti I paesi come fattore che impatta sul risparmio pensionistico, anche se meno in Austria.

Dr Renate Finke, Senior Economist della International Pensions Unit di Allianz e autore dello studio, commenta: “La pianificazione del risparmio pensionistico è cruciale per assicurare una vita più tranquilla nel futuro, ma molti degli intervistati hanno dichiarato che fanno errori nel loro approccio di pianificazione della pensione. Risparmiare per la pensione è oggi molto difficile in un contesto economico come questo. Molte delle persone intervistate per mantenere il loro standard di vita dovranno costruire risparmi aggiuntivi sia tramite piani pensionistici che con altre forme di risparmio.”

I giovani sono molto più preoccupati della loro pensione rispetto alle generazioni più anziane. Molti ormai hanno compreso che devono risparmiare di più per la loro pensione.