generaliResi noti poche ore fa i risultati del gruppo Generali nel primo semestre 2015

Continua il forte sviluppo della produzione vita già osservata nel primo trimestre del 2015: i premi crescono infatti a € 26.906 milioni (€ 24.119 mln 1H14), con un aumento del 10,6%. Contribuiscono a tale sviluppo tutte le linee di business, in particolare i contratti unit linked in crescita del 25,7%, coerentemente con la strategia di privilegiare prodotti a basso assorbimento di capitale. Positivo anche l’andamento delle linee risparmio (+5,5%), così come le polizze di puro rischio e malattia (+8,1%).

Con riferimento ai principali paesi di operatività, prosegue l’ottimo andamento dell’Italia, con premi a € 9.697 milioni (+22,6%) trainato dalla crescita dei prodotti linked, la cui produzione è più che raddoppiata rispetto allo stesso periodo del 2014 e dal forte sviluppo registrato nelle polizze risparmio (+10,7%). Anche gli altri principali paesi di operatività del Gruppo evidenziano un trend positivo derivante dallo sviluppo a doppia cifra delle polizze unit linked e dall’aumento della linea puro rischio e malattia. I paesi CEE e la Germania – mercato nel quale il Gruppo ha recentemente avviato un riposizionamento del business – evidenziano infatti una crescita complessiva rispettivamente del 9,9% e del 6,7%. In crescita del 9,5% la raccolta complessiva della Francia; oltre al forte incremento delle polizze linked (+46,3%), contribuiscono anche le polizze risparmio (+2,1%).

I premi dell’area EMEA calano dell’8,8% a seguito principalmente della contrazione osservata in Irlanda, la cui raccolta nel primo semestre dello scorso anno era stata caratterizzata da un forte sviluppo dei prodotti a premio unico. Positivo l’andamento di Svizzera (+9,8%) e Austria (+ 2,7%).

Il Group CEO di Generali, Mario Greco, ha commentato: “In soli tre anni abbiamo realizzato uno dei turnaround più complessi mai avvenuti nel settore assicurativo. Gli eccellenti risultati del semestre testimoniamo come le Generali si siano trasformate – nonostante un contesto economico estremamente difficile – in un gruppo internazionale molto profittevole e solido sotto il profilo patrimoniale, con un’offerta di prodotti rinnovata ed innovativa che ci permette di mantenere tassi di crescita del fatturato molto soddisfacenti nella maggior parte dei mercati in cui operiamo. Questi risultati rappresentano la migliore premessa per l’attuazione del nuovo piano strategico 2015-2018 presentato a maggio, basato su una crescita del 50% della generazione di cassa media annua, sulla distribuzione di più di € 5 miliardi di dividendi nei prossimi 4 anni e su una ulteriore riduzione dei costi per € 500 milioni tra 2016 e 2018, con la redditività operativa sul capitale al di sopra del 13%. Ci aspettiamo per la fine dell’anno di migliorare significativamente l’utile netto rispetto al 2014, mantenendo l’elevata crescita della redditività raggiunta al semestre.”

fonte: investor relations Generali