pltv_1x1_menozziCredemassicurazioni ha raccolto a fine settembre 2013 premi non Auto per circa 20,4 milioni di euro, in crescita del 12% rispetto all’analogo aggregato di fine settembre 2012.

La composizione della raccolta premi si caratterizza per il forte progresso delle polizze individuali a garanzia della Casa e della Persona, linea di business che la Compagnia ha continuato a sviluppare dopo l’uscita dalle polizze Auto, accompagnato dalla tenuta del comparto CPI, nonostante il perdurante deterioramento del settore immobiliare cui queste garanzie si riconnettono e la perdurante debole domanda di credito riveniente dalla clientela privata.

A fine settembre 2013 risultano ancora prevalenti i volumi sulle garanzie CPI (56% della raccolta premi totale, -3% rispetto alla raccolta di fine settembre 2012) rispetto alle polizze di protezione individuali (38%, +46% in raffronto a fine settembre 2012). I premi rappresentati dalle garanzie leasing rappresentano il 6% della raccolta totale (+3% su fine settembre 2012).

Credemassicurazioni ha registrato premi CPI per 11,5 milioni di euro, riconducibili per 5,9 milioni alla famiglia prodotti Creacasa (in flessione del 5% sullo stesso trimestre del 2012) e per 5,6 milioni di euro alle CPI in distribuzione presso gli sportelli bancari, in forte sviluppo soprattutto nel secondo e terzo trimestre dell’anno e con una dinamica che a fine settembre è risultata invariata rispetto al dato dell’analogo periodo del 2012.

I prodotti di protezione individuali hanno fatto registrare premi pari a circa 7,8 milioni di euro. Tra questi, relativamente alle polizze a garanzia della casa, si evidenziano premi per 4,2 milioni di euro (+10% sullo stesso periodo dell’esercizio precedente), mentre per quelle relative alla tutela della persona si registrano premi per 2,4 milioni di euro, in aumento rispetto a 1,3 milioni di euro raggiunti a fine settembre 2012.

Le polizze lanciate nell’anno in corso, Protezione Fabbricato e Protezione Reddito, a fine settembre 2013 hanno fatto registrare premi per 0,9 milioni di euro.