L’Assemblea degli azionisti di Net Insurance, riunitasi il 19 luglio sotto la presidenza di Luisa Todini, ha deliberato le proposte del Consiglio di Amministrazione, di cui alle sedute del 18 e 28 giugno scorsi.

In particolare:

  1. Ha revocato la propria delibera assunta in data 24 aprile 2018 di approvazione del Progetto di Bilancio della società al 31 dicembre 2017 e, successivamente, approvato il nuovo Bilancio di esercizio per l’anno 2017 e preso atto del nuovo Bilancio Consolidato del Gruppo.
  2. Ha approvato il Bilancio di esercizio di Net Insurance al 31 dicembre 2018, prendendo altresì atto del Bilancio Consolidato 2018 del Gruppo, approvato nella riunione del Consiglio di Amministrazione del 18 giugno scorso.
  3. Ha rinviato a una prossima assemblea le azioni nei confronti di alcuni amministratori e verso i sindaci in carica negli stessi esercizi sopra citati, essendo stato aperto un canale volto ad addivenire ad un possibile accordo transattivo.
  4. Ha approvato le azioni di responsabilità e/o risarcitorie verso la società di revisione BDO Italia S.p.A., nonché verso il Direttore Generale e il Dirigente Preposto in carica negli esercizi 2017 e 2018.
  5. Ha deliberato il piano di Performance Share per il top management della società nonché l’aggiornamento delle nuove politiche di remunerazione.
  6. In ultimo ha deliberato di autorizzare il Consiglio al compimento degli atti di disposizione di tutte o parte delle azioni proprie della società, dando così continuità alle precedenti delibere assembleari in materia.
  7. L’Assemblea, nella parte straordinaria, ha infine deliberato in ordine alla modifica dello statuto sociale, prevedendo in caso di OPA e contestuale delisting un quorum rafforzato.

In Assemblea è intervenuto il 71,15% del totale delle azioni ordinarie aventi diritto di voto1. Con riferimento al primo punto, l’assemblea ha approvato il nuovo Bilancio di esercizio per l’anno 2017 con il voto favorevole del 57,06% degli aventi diritto. In merito al secondo punto, è stato approvato il Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018, con voto favorevole del 57,06% degli aventi diritto.

Alla presenza del 70,40% del totale delle azioni ordinarie aventi diritti di voto1, in relazione al terzo punto, le azioni di responsabilità e/o risarcitorie nei confronti della società di revisione, del Direttore Generale e del Dirigente Preposto sono state approvate con il voto favorevole del 56,88% degli aventi diritto.

In merito al quarto punto, il piano di Performance Shares del top management è stato approvato con il voto favorevole del 59,96% degli aventi diritto, mentre l’aggiornamento delle nuove Politiche di remunerazione è stato approvato con un voto favorevole del 64,78% degli aventi diritto.

In sede straordinaria, alla presenza del 70,12% del totale delle azioni ordinarie aventi diritti di voto1, è stata deliberata la modifica dello statuto sociale con il 67,14% degli aventi diritto.