Aon, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi edelle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, annuncia l’acquisizione delle società Gefass S.r.l. e Ge.f.it S.r.l., che nel 2017 hanno generato ricavi per circa 4 milioni di euro.

Dopo l’operazione del 2017, che ha visto l’ingresso in Aon del Gruppo Lenzi Paolo Broker, importante realtà nel brokeraggio assicurativo attiva in particolare in Emilia Romagna, Toscana, Marche e Piemonte, l’attenzione di Aon si è rivolta quest’anno al segmento di mercato della bancassicurazione.

Gefass S.r.l. è una agenzia di assicurazioni che ha introdotto sul mercato un nuovo modello di business volto ad ottimizzare i processi di vendita delle Banche locali e che nel tempo è riuscita ad aggregare importanti Istituti di Credito tra cui CR Asti, Biverbanca, Banca di Piacenza, Cassa di Risparmio di Cento, Cassa di Risparmio di Volterra e Sparkasse.

Ge.f.it è la società di servizi che ha creato Tsunami, la prima piattaforma informatica multibrand, sicura, avanzata ed integrata con il canale bancario.

Attraverso questa acquisizione, Aon sarà in grado di offrire alle banche la possibilità di estendere alla propria clientela nuovi prodotti assicurativi e una modalità innovativa di erogarli e di entrare nel mondo della digital assurance. Questo tipo di servizio risulta in particolare appetibile anche per le banche di dimensioni medio-piccole, che non sarebbero in grado di sviluppare questo tipo di tecnologie internamente a causa degli elevati investimenti.

Il mercato bancassurance, assieme a quello del canale digitale, è un segmento in crescita in Italia che richiede tecnologia e innovazione a supporto dei processi di vendita. Garantire prodotti assicurativi nuovi e offrire al tempo stesso transazioni sicure sono oggi i due elementi distintivi del successo di questo business.

La piattaforma Tsunami permetterà ad Aon di replicare il modello di business in altri settori e network, al di là di quelli legati alle banche (ad esempio le reti di agenti immobiliari), consentendo di collocare prodotti e servizi sia al B2B che al B2C.

Enrico Vanin, amministratore delegato di Aon S.p.A. e Aon Hewitt ha commentato:“Innovazione e tecnologia sono i due elementi che da tempo caratterizzano le scelte e le strategie del nostro Gruppo, per poter offrire nuovi prodotti e servizi e raggiungere fasce di clientela che sono sempre state prerogativa di altri operatori di mercato. Attraverso Tsunami, una piattaforma unica che concentra software di ultima generazione, sistemi di sicurezza anti-intrusione attivi edun’esperienza pluriennale nel settore bancario, siamo certi che potremo contare su nuove opportunità di business nel prossimo futuro”.

Stefano Deiro, amministratore delegato di Gefass ha commentato: “L’acquisizione da parte di Aon dei nostri asset avvalora e concretizza le scelte imprenditoriali da noi fatte ormai 10 anni fa, interamente incentrate sull’ottimizzazione dei processi distributivi grazie all’aiuto dell’integrazione informatica tra i sottosistemi di Compagnia e quelli Bancari. Due mondi complessi che su Tsunami sono ormai interamente integrati sia nei cicli di gestione Assicurativi che nella customer journey, costruita sulle reali esigenze sia del collega allo sportello che del cliente delle Banche”.

Orio Navarra, amministratore delegato di Ge.f.it ha aggiunto: “Lo standing di Aon nei mercati nazionali ed internazionali amplificherà esponenzialmente il ruolo di Tsunami come strumento one- stop-shop assicurativo nel mondo bancario e del b2b2c in generale, ma ancor di più ci darà l’opportunità di far conoscere tutte le nostre ultime tecnologie in ambito instant insurance e smart contract basate anche su tecnologie block-chain”.

Nell’operazione di acquisizione, Aon è stata assistita dallo Studio Legale Bonelli Erede, mentre Gefass e Ge.f.it da SLT & Partners – Novastudia Milano.