E’ stato pubblicato il quinto volume della collana “L’Assicurazione in Chiaro”, realizzata dal Forum ANIA-Consumatori con l’obiettivo di promuovere l’informazione e la cultura assicurativa tra i cittadini.

La nuova pubblicazione si intitola “L’Assicurazione Salute” ed è dedicata alle polizze che permettono di tutelarci dalle spese derivate da possibili eventi sanitari, quali un esame diagnostico, un ricovero in ospedale, un intervento operatorio, una malattia seria e l’invalidità, alleggerendo l’impegno economico richiesto.

Si tratta infatti di criticità che spesso richiedono una soluzione immediata – non sempre accessibile – e che in alcuni casi obbligano le famiglie a ricorrere alla sanità privata, con il rischio di comprometterne la stabilità finanziaria. Basti pensare che nel 2016 oltre 35 milioni di italiani hanno affrontato spese sanitarie di tasca propria e 7,8 milioni hanno dovuto utilizzare tutti i loro risparmi per farne fronte (Fonte: Istat).

Obiettivo degli autori di questa guida è illustrare in modo semplice e chiaro le differenti tipologie di polizze per la salute, spiegando come funzionano le assicurazioni per il rimborso delle spese mediche, le forme indennitarie, quelle che ci tutelano in caso di malattie gravi e le coperture che offrono sostegno economico a chi necessita di assistenza perché non più autosufficiente.

Inoltre, all’interno del volume vengono approfonditi alcuni aspetti particolari di questa assicurazione, come il questionario anamnestico, i periodi di carenza ed esclusione, i servizi che possono integrare la copertura (per esempio, le diverse forme di assistenza e supporto), nonché la normativa fiscale e le relative agevolazioni per chi possiede questo tipo di polizza.

La guida dedicata all’assicurazione salute segue le precedenti pubblicazioni dedicate alla rc auto, alla distribuzione assicurativa, all’assicurazione vita e alla copertura per la casa e la famiglia, tutte visualizzabili e scaricabili tramite il sito internet del Forum ANIA-Consumatori (www.forumaniaconsumatori.it) e del programma di educazione assicurativa “Io e i rischi” (www.ioeirischi.it).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here