Alberto Minali, amministratore delegato del Gruppo Cattolica Assicurazioni, ha dichiarato: “I dati che presentiamo oggi mostrano una crescita sostanziale del Gruppo, grazie all’incremento dei volumi Vita e Danni e a una più elevata profittabilità tecnica. Abbiamo registrato un forte progresso del risultato operativo a €149mln, segno che le azioni intraprese in questi mesi vanno nella giusta direzione e ci consentono di raggiungere un risultato di Gruppo pari a €51mln. Inoltre, il dato Solvency II conferma la solidità patrimoniale, nonostante la volatilità dei mercati obbligazionari. Il turnaround industriale ci porterà a raggiungere i target di Piano attraverso una crescita sostenibile che si sta traducendo, già nel corso di questo esercizio, in un risultato operativo e in un utile netto in deciso miglioramento”. 

La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto Danni e Vita cresce del 12,6% a €2.955 mln (+4,6% a termini omogenei4). Nel business Danni si riscontra un incremento del 5,4% (+2,9% a termini omogenei) nei premi diretti, di cui 8,1% nel Non Auto (+2,9% a termini omogenei) e 3,2% nel settore Auto (+3% a termini omogenei). La crescita dei premi diretti Vita è pari al 17,2% (+5,7% a termini omogenei) ed è accompagnata da un’azione di revisione dei prodotti con progressiva riduzione del profilo di rischio. La profittabilità tecnica dei rami Danni, con un combined ratio del 92,6%, continua a migliorare grazie soprattutto al comparto Auto.

In seguito all’aumento dei volumi Danni e Vita e all’incremento della profittabilità tecnica, il risultato operativo segna una forte crescita del 25,1% a €149mln (+12,6% a termini omogenei).