ONNA, ITALY - APRIL 06: A general view of buildings reduced to rubble by an earthquake on April 6, 2009 in Onna, Italy. The 6.3 magnitude earthquake tore through central Italy, devastating historic mountain towns, killing at least 90 people and injuring 1500. (Photo by Amedeo Troiani/Getty Images)

PLTV riporta alcune delle iniziative intraprese a favore delle popolazioni colpite dal terremoto da banche ed assicurazioni quali RBM Assicurazione Salute, Gruppo Intesa San Paolo, CooperFin, BNL e ABI.

image008RBM Assicurazione Salute garantisce ai propri assicurati il rimborso al 100% delle cure mediche conseguenti al sisma.

RBM Assicurazione Salute esprime vicinanza e solidarietà alle popolazioni di Lazio, Marche, Abruzzo e Umbria colpite nella notte tra il 23 e 24 agosto dal terremoto.

vecchietti“La nostra compagnia assicurativa” – dichiara Marco Vecchietti (nella foto), consigliere delegato di RBM Assicurazione Salute“ha deciso di eliminare, eccezionalmente, qualsiasi scoperto e franchigia (ndr. quota da pagare a carico dell’assicurato) per le cure mediche che gli assicurati di Fondi Sanitari/Polizze Collettive e Polizze Salute Individuali residenti nel Lazio, nelle Marche, in Abruzzo e in Umbria debbano sostenere come conseguenza diretta del sisma di questa notte.

Tale estensione dei livelli di rimborso troverà applicazione sia per le prestazioni fruite direttamente presso le strutture sanitarie convenzionate con il nostro network sia in strutture non convenzionate con la compagnia”.

Per qualsiasi informazione riguardo all’iniziativa gli assicurati possono utilizzare il numero verde dedicato al proprio Piano Sanitario.


intesa-logoIl Gruppo Intesa Sanpaolo, attivamente presente nel territorio colpito dagli eventi sismici del 24 agosto (nel 2015 aveva definitivamente inglobato Cassa di Risparmio di Rieti e cancellato il brand), ha preso una serie di provvedimenti a favore delle famiglie e delle imprese delle province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo che hanno subito danni a causa del terremoto.

È stato stanziato un plafond di Euro 250 milioni per i finanziamenti finalizzati al ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende).

La Banca si è attivata per predisporre una serie di misure a sostegno della popolazione, relative a mutui e prestiti per imprese, piccoli artigiani, commercianti e famiglie che hanno subito danni a causa del terremoto.

Fin da oggi, per i clienti delle filiali danneggiate dal sisma, sarà subito garantita ogni forma di operatività nelle filiali più prossime e saranno approntate strutture di emergenza per garantire il supporto finanziario.

È in fase di attivazione una raccolta fondi per sostenere la popolazione del territorio, l’applicazione di misure di esenzione per i prelievi e nuovi finanziamenti. Il Gruppo è inoltre disponibile ad avviare tutte le misure necessarie per venire incontro all’esigenza di posticipazione dei pagamenti sui finanziamenti in essere, in accordo con le misure governative che saranno attuate al riguardo.

Stefano-BarreseIn questo momento di emergenza e di sofferenza” – dichiara Stefano Barrese (nella foto), responsabile divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo – “intendiamo rispondere in modo tempestivo all’appello del Capo dello Stato, attivando ogni mezzo a nostra disposizione per essere vicini e per sostenere le famiglie, gli imprenditori, tutta la cittadinanza del territorio così duramente colpito dall’evento sismico. Stiamo attivando interventi concreti e immediati, per fare la nostra parte, per quanto possibile, e contribuire al superamento di questo momento di difficoltà. Il sisma ha colpito anche alcune nostre filiali, è stato quindi indispensabile realizzare un piano di emergenza per garantire la migliore operatività bancaria in un contesto così complesso.


cooperfinCooperfin impegnata in una campagna di aiuti per la popolazione colpita dal terremoto.

Il Management di CooperFin ha avviato una campagna di aiuti per la popolazione colpita dal terremoto del centro Italia.

Per ogni Carta di debito Internazionale COOPERPAY attivata dal 24 agosto 2016 fino al 30 settembre 2016 CooperFin devolverà Euro 2 alla popolazione di Amatrice e delle zone colpite dal sisma.

Inoltre sarà devoluto un ulteriore Euro 1  ogni contratto di finanziamento su pegno e cambializzato erogato dal 24 agosto 2016 fino al 30 settembre 2016.

limoncelli“Il terremoto che nella notte del 23/08 ha colpito le province di Rieti, Perugia e Ascoli Piceno è devastante; è un evento che ha già segnato in maniera drammatica il nostro Paese e per tale motivo che anche la Finanza deve attivarsi per aiutare chi vive momenti cosi drammatici”– dichiara il presidente Marco Limoncelli (nella foto) di CooperFin.

“I soci, i dipendenti ed il consiglio di amministrazione di CooperFin S.p.A. si stringono attorno alle famiglie delle vittime e di chi ha perso tutto, sostenendo gli uomini del soccorso ed i volontari che fin da subito si sono attivati per l’emergenza”.


bnlBNL si attiva per venire incontro alle popolazioni del Centro Italia colpite dal grave sisma della scorsa notte. Sospese le rate di mutui e prestiti a famiglie ed imprese. Attivate linee di credito per il ripristino delle attività e la ricostruzione e il consolidamento degli immobili colpiti.

BNL e il Gruppo BNP PARIBAS esprimono profondo cordoglio per le vittime e la propria solidarietà alle popolazioni colpite dal recente sisma che ha interessato il Centro Italia.

La Banca ha messo a punto una serie di iniziative dedicate alle famiglie e alle imprese del territorio: BNL offre, infatti, ai clienti la possibilità di sospendere il pagamento – per un periodo pari a sei mesi – delle rate dei prestiti e dei mutui in essere relativi ad immobili residenziali, commerciali ed industriali che abbiano subito danni, anche parziali, a seguito del sisma.

La Banca, inoltre, mette a disposizione linee di credito per le immediate esigenze di ricostruzione e il riavvio delle attività imprenditoriali, mediante soluzioni di finanziamento ad hoc: ‘Prestito Solidarietà’ per famiglie e imprese.

Le agenzie BNL nelle zone colpite, dopo le opportune verifiche di agibilità, sono tutte aperte e pienamente operative.

Per ogni ulteriore informazione e per dettagli sull’iniziativa è possibile rivolgersi direttamente alle sedi della banca sul territorio, telefonare allo 060.060 oppure visitare il sito bnl.it .


ABIL’Associazione Bancaria Italiana, nell’esprimere solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite dal drammatico terremoto, è impegnata per interventi a favore di coloro che si trovano improvvisamente in condizioni di difficoltà per aver subito il danneggiamento o l’inagibilità anche parziale degli immobili e delle strutture dedicate al lavoro.

Al fine di offrire sollievo al grave disagio socioeconomico causato dal sisma, l’ABI, in coerenza con le previsioni contenute nello specifico Protocollo di intesa sottoscritto con la Protezione Civile e le Associazioni dei consumatori lo scorso 26 ottobre, volto ad assicurare ovunque nel Paese equità e tempestività degli interventi a favore delle popolazioni colpite da calamità naturali, sta sensibilizzando i propri associati ad adottare ai residenti nei territori colpiti le previste sospensioni delle rate dei finanziamenti ipotecari collegati agli immobili residenziali, commerciali e industriali che abbiano avuto danneggiamenti anche parziali.

Riproduzione Riservata PLTV