a cura di Fabio Picciolini, esperto Consumerista. 

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze il 17 gennaio ha emanato la circolare n. 3/RGS relativa alle

“Trattenute mensili sugli stipendi dei dipendenti pubblici mediante l’istituto della delegazione convenzionale di pagamento”

(GU n.24 del 30-1-2017), che aggiorna la misura degli oneri amministrativi a carico degli istituti delegatari per il biennio 2017-2018.

Già con la precedente circolare n. 2/RGS/2015 il MEF aveva fornito istruzioni operative circa la gestione delle domande di delegazione convenzionale di pagamento presentate dai dipendenti dello Stato e dai dipendenti pubblici interessati in relazione ai contratti di finanziamento e di assicurazione stipulati relativamente alle partite stipendiali gestite dal sistema NoiPA, per l’erogazione di contributi a favore di casse mutue o di enti con finalità mutualistiche senza scopo di lucro e per le organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

La circolare 2/2015 aveva anche previsto, in linea con quanto già attuato, l’obbligo per l’istituto delegatario (l’intermediario finanziatore) di rimborsare gli oneri amministrativi sostenuti per la gestione delle pratiche da parte della amministrazione pubblica, al fine “coprire” i costi del servizio offerto, pur forfetariamente, soprattutto in relazione alle risorse umane e strumentali utilizzate.

La stessa circolare aveva, infine, previsto un aggiornamento periodico dell’ammontare di tali oneri, nel limite della variazione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati rilevata dall’ISTAT. Oneri che, per il biennio 2017/2018 sono rimasti invariati salvo, un leggero aumento per le Onlus convenzionate e per le casse mutue e gli enti mutualistici, per i quali sono aumentate le le operazioni, con un conseguente maggior dispendio di energie umane e strumentali della Direzione DAG-DSII.

Le condizioni per i dipendenti sono rimaste, quindi:

Contratti di finanziamento

  • Ricezione istanza e istruttoria € 18,00 una tantum
  • Trattenute, verifiche periodiche, variazioni, versamenti e rendicontazione € 2,05 mensile

Contratti di assicurazione e contribuzioni per posizioni previdenziali integrative

Contratti di assicurazione sull’abitazione

  • Ricezione istanza e istruttoria € 9,00 una tantum
  • Trattenute, versamenti e rendicontazione € 0,65 mensile

Contratti di assicurazione RC auto

  • Ricezione istanza e istruttoria con modalità telematiche € 1,00 una tantum
  • Trattenute, versamenti e rendicontazione € 0,65 mensile

La circolare 2/2015 aveva preannunciato l’avvio della fase di sperimentazione di una procedura informatica per la possibilità di utilizzare la delegazione di pagamento convenzionale per il pagamento dei premi relativi alle polizze per l’assicurazione della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti (cd. RC auto). l’assicurazione RC auto.

Con la circolare 3/2017 l’Amministrazione ha comunicato che può considerarsi completamente dematerializzato il processo, da attivare telematicamente, attraverso il portale NoiPA.

E’ stato creato, grazie anche alla collaborazione delle principali compagnie di assicurazione, il servizio «NoiPAssicura» che, conclusa la sperimentazione, sarà disponibile da giugno 2017 per tutte le compagnie di assicurazione interessate, previa stipula di una convenzione unificata con il DAG-DSII: la compagnia convenzionata, potrà incassare mediante la delegazione i premi assicurativi dei contratti di assicurazione RC auto stipulati con dipendenti dello Stato o con dipendenti pubblici per cui è attivo il sistema NoiPA.

La nuova circolare approfondisce poi le modalità alternative di trattazione delle domande di delegazione convenzionale di pagamento per i contratti di finanziamento e per la cessione del V dello stipendio.

Si tratta di un procedimento (“Flusso finanziarie”), alternativo a quello cartaceo che comunque rimane attivo, totalmente dematerializzato, che in maniera informatica consente alle RTS e agli istituti bancari e finanziari una gestione più efficiente delle pratiche di cessione del quinto dello stipendio e di delegazione convenzionale di pagamento, permettendo la semplificazione degli adempimenti, quindi una maggiore trasparenza e la standardizzazione nazionale delle procedure, utilizzando le possibilità fornite dall’applicativo Protocollo-RGS, dalla posta elettronica certificata-PEC e dalla firma digitale.

La procedura, totalmente informatizzata, consente, in tempo reale, l’archiviazione dei documenti e la gestione dei documenti, della pratica, riducendo i costi di gestione per tutti i soggetti coinvolti, i tempi di lavorazione delle singole pratiche e le notifiche per pratiche incomplete.

L’adesione alla procedura avviene con una domanda da parte dell’intermediario attraverso il modulo riportato sul sito internet del Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato: http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/e-GOVERNME1/ServiziRagionerieTerritoriali/FLUSSOFINANZIARIE/.

Sullo stesso sito sono riportate spiegazioni più precise sulla procedura.

Presentata la domanda di adesione il soggetto richiedente sarà sottoposto alle verifiche tecniche, compresa la comunicazione via PEC (flussi.dematerializzati.rgs@pec.mef.gov.it) dell’elenco dei propri agenti e delle caselle PEC autorizzate all’invio delle richieste.

Ottenuta l’adesione l’intermediario, che non potrà più utilizzare la procedura cartacea, colloquierà solo via PEC con la RTS territorialmente competente applicando le istruzioni tecniche riportate nel citato sito internet istituzionale.