Valerio Angeletti, presidente di Fimaa, durante il suo intervento al III Forum Internazionale della Consulenza ed Educazione finanziaria, organizzato lo scorso 15 novembre da MF ha dichiarato che la 141 ha portato una linea profonda di demarcazione fra il nuovo mediatore creditizio e gli agenti immobiliari quando fino a poco tempo fa avevamo un segmento di agenti immobiliari cosidetti “evoluti” che si occupavano anche di mediazione creditizia in quanto erano persone che conoscevano bene le esigenze e i problemi del cliente. Tutto questo ha portato un pò di imbarazzo al nostro interno dal momento che noi rappresentiamo entrambi i soggetti.

“Al nostro interno da oltre cinque anni abbiamo una realtà di consulenza creditizia, Mediofimaa, che è un mediatore creditizio che conta oltre 300 persone nella forza vendita e 17 area managers. Ritengo che i nostri oltre 300 uomini sul territorio non possano essere chiamati “collaboratori”, sarebbe svilire la loro posizione. Per questo noi li chiamiamo promotori del credito, e abbiamo iniziato un percorso per dare loro il giusto posizionamento e la giusta autonomia.”