Andrea Battista, amministratore delegato di Eurovita così commenta il suo 2016: “l’anno appena concluso ha mostrato risultati in linea con le attese del piano industriale e questo ci porta a ribadire piena fiducia nel modello di business e nei target industriali annunciati. I risultati approvati confermano le migliori ambizioni e segnano un salto di dimensione soprattutto sotto il profilo distributivo.” 

Eurovita Assicurazioni, compagnia di assicurazione Vita indipendente ha infatti chiuso l’esercizio 2016 con un utile netto di Euro 19 milioni (+11,7% sul 2015) e una raccolta premi per Euro 1,260 miliardi lievemente superiore a quella del 2015 (+3%).

Questi i principali dati del bilancio d’esercizio di Eurovita e approvati qualche giorno fa dal Consiglio d’amministrazione.

Nel 2016 è continuata in maniera sostenuta la crescita del portafoglio dei prodotti unit-linked, i cui premi hanno sfiorato i Euro 200 milioni e il progressivo allargamento della rete distributiva, realizzato grazie alla chiusura di numerosi accordi.
Gli investimenti a livello di brand sono stati significativi anche per il 2016: è stato infatti rinnovato fino al 2019 l’accordo di sponsorizzazione degli arbitri italiani di calcio, collaborazione che ha permesso di accrescere in un solo anno la notorietà del brand Eurovita.

riproduzione riservata PLTV su comunicato stampa