Federico-Ghizzoni-ad-UniCredit
Federico Ghizzoni, amministratore delegato Unicredit

Oggi il Consiglio di Amministrazione di UniCredit ha approvato i risultati del primo trimestre 2016. Federico Ghizzoni, Amministratore Delegato di UniCredit, commenta:

“Nel primo trimestre dell’anno, abbiamo realizzato un utile netto in significativa crescita rispetto al trimestre precedente e superiore a Euro 640 milioni, escludendo partite straordinarie negative, malgrado un contesto di mercato decisamente difficile ed impegnativo. I nostri coefficienti patrimoniali confermano la solidità del Gruppo, mentre continua a migliorare la qualità dell’attivo. Scendono sensibilmente i crediti deteriorati, le sofferenze nette appaiono stabilizzate con un tasso di copertura superiore al 61%; il più alto tra le banche italiane. L’attività commerciale è più che soddisfacente, come mostra l’andamento dei depositi e dei crediti. In particolare è molto positivo l’andamento delle commissioni da investimento in Italia. UniCredit è fortemente impegnata nel sostegno all’economia reale in tutti i paesi dove opera: il nuovo credito erogato nei primi tre mesi del 2016 ha raggiunto Euro 15 miliardi. Per UniCredit la dimensione europea continua a rappresentare un punto di forza in grado di dare stabilità alla propria crescita.

La realizzazione del piano strategico procede al ritmo previsto: sono già tangibili sia i risultati legati alla riduzione dei costi, sia quelli collegati alla trasformazione digitale della banca.”

I nuovi crediti a medio-lungo termine raggiungono Euro 15 mld nel primo trimestre 2016.

Le nuove erogazioni risultano particolarmente sostenute in Italia a Euro 4,4 mld (+15,4% trim/trim, -3,3% a/a) per effetto dei mutui verso le famiglie a Euro 1,4 mld (+88,9% sul 1° trimestre 2015) e dei finanziamenti alla clientela mid-corporate a Euro 1,4 mld.