Si tratta della prima operazione pubblica originata da Unicredit Leasing sul mercato italiano delle ABS dall’inizio della crisi

UniCredit Leasing ha portato a termine un’operazione di cartolarizzazione di crediti originati da contratti di leasing per un importo complessivo pari a circa Euro 1,3 miliardi.

Questa emissione rappresenta la tredicesima operazione di cartolarizzazione di leasing (incluse quelle effettuate dalla ex Fineco Leasing), la nona riguardante tale classe di assets, collocata presso investitori istituzionali, nonché la prima operazione pubblica sul mercato italiano delle ABS dall’inizio della crisi, originata UniCredit Leasing, leader in Italia e in Europa per quanto riguarda questa tipologia di strumenti.

L’operazione riguarda crediti performing originati da canoni di leasing ceduti alla società veicolo Locat SV Srl (l’emittente) e vede il coinvolgimento della Banca Europea degli Investimenti, di KFW e di Société Générale in qualità di investitori e del Fondo Europeo degli Investimenti in qualità di garante della Classe A1 senior acquistata da KFW.

Per UniCredit tale operazione rappresenta un’ottima opportunità di funding, sia in termini economici che di diversificazione delle fonti di finanziamento e della base degli investitori. Si inquadra nelle iniziative che la Banca Europea degli Investimenti e il controllato Fondo Europeo degli Investimenti pongono in essere a sostegno delle piccole e medie imprese italiane.

Le risorse ottenute, infatti, verranno utilizzate da UniCredit Leasing per ulteriori finanziamenti alle piccole e medie imprese italiane a condizioni agevolate.