Dalla semestrale pubblicata oggi si legge che:

Unicredit Commercial Bank Italy: nonostante una serie di elementi non ricorrenti, continua a fornire uno dei contributi più significativi alla generazione degli utili, con un utile netto di Euro 316 mln nel 2trim16 (-9,4% trim/trim, -26,7% a/a) e che si attesta a Euro 666 mln nel 1sem16 (-19,0% sem/sem).

A dispetto delle difficili condizioni di mercato, i ricavi salgono a Euro 2,0 mld nel 2trim16 (+3,0% trim/trim, -0,1% a/a), riuscendo a compensare l’incremento delle spese. In particolare, le commissioni da servizi di investimento a Euro 475 mln nel 2trim16 (-1,3% trim/trim, +4,0% a/a) si confermano il maggiore contributore al trend complessivo dei ricavi. Il risultato operativo netto migliora a Euro 637 mln nel 2trim16 (+6,8% trim/trim, -5,4% a/a) e a Euro 1,2 mld nel 1sem16 (-2,8% sem/sem).

Confermata la tendenza al rialzo dei crediti verso la clientela a livello di gruppo a Euro 458,4 mld nel 2trim16 (+1,9% trim/trim, +5,9% a/a), con un aumento dei volumi dei prestiti commerciali di circa Euro 7,6 mld. Le principali contribuzioni provengono da Commercial Bank Italy per Euro 138,1 mld (+1,9% trim/trim, +3,8% a/a),

Utile netto rettificato di gruppo risulta pari a Euro 687mln (+6,4% trim/trim, +31,5% sul 1° semestre 2015.

Riproduzione Riservata PLTV