Banca d’Italia ha in questi giorni pubblicato un approfondimento su “Economie Regionali – La domanda e l’offerta di credito a livello territoriale” da cui si evince che…

Le richieste finalizzate all’acquisto di abitazioni sono cresciute nel primo semestre 2016, in misura più̀ marcata nel Nord Ovest e nel Mezzogiorno, continuando a beneficiare di tassi d’interesse contenuti e del miglioramento delle prospettive del mercato immobiliare.

Per gli intermediari medio-grandi, l’incremento ha riguardato in particolar modo il Nord Ovest e il Mezzogiorno; per le banche più̀ piccole la domanda è cresciuta soprattutto nel Centro e nel Nord Est.

Come per i mutui, l’aumento delle richieste di credito al consumo è stato più̀ sostenuto nel Nord Ovest e nel Mezzogiorno.

Dopo quattro semestri consecutivi di distensione delle condizioni creditizie, nel primo semestre del 2016 i criteri di concessione dei mutui alle famiglie sono rimasti complessivamente invariati.

A fronte di una sostanziale stabilizzazione delle politiche di offerta seguite dagli intermediari di maggiori dimensioni, sono emerse indica- zioni di un ulteriore allentamento da parte delle banche più̀ piccole. Sono ulteriormente diminuiti gli spread praticati alla clientela, che ha interessato anche le posizioni giudicate più̀ rischiose vi ha contribuito la pressione concorrenziale tra le banche…

Per visionare l’intera pubblicazione clicca qui

Riproduzione Riservata PLTV