L’Assemblea ordinaria degli Azionisti di Spefin Finanziaria S.p.A., riunitasi a Milano in data 24 aprile 2018 sotto la presidenza di Mauro Rebutto, ha approvato il bilancio relativo all’esercizio 2017 (i cui risultati sono stati comunicati il 21 marzo 2018), riportando a nuovo gli utili dell’esercizio al netto dell’accantonamento del 5% a riserva legale.

L’Assemblea, inoltre, ha deliberato di conferire alla società Deloitte & Touche S.p.A. l’incarico di revisione legale dei conti per i bilanci chiusi dal 2018 al 2026. Conformemente a quanto previsto dalla legge e dallo Statuto, essendo venuto a cessare dalla carica l’intero Consiglio di Amministrazione della Società, nonché l’intero Collegio Sindacale, nel corso della medesima Assemblea si è proceduto alla nomina dei nuovi membri dei due organi che rimarranno in carica per il prossimo triennio.

Le iniziative intraprese e la produzione nel 2017

Nel corso del 2017 la Società ha continuato con lo sviluppo del modello di business avviato nel 2016, come previsto dal piano di attività. Nel corso dell’anno la produzione inerente l’acquisto dei crediti si è via via ridotta proporzionalmente rispetto alla produzione diretta, raggiungendo il 72,43% contro circa l’ 83% del 2016. Nel corso dell’esercizio sono stati perfezionati 3.501 contratti di finanziamento, (raddoppiando il numero di 1.775 nel 2016) per complessivi montanti lordi di oltre Euro 91 milioni (contro i Euro 48 milioni circa del 2016) di cui Euro 25 milioni di erogazione diretta.

Nel corso del 2017 la Società ha confermato tutti i rapporti di collaborazione con gli Intermediari finanziari ex 106 e ha avviato il potenziamento della rete diretta. Nel corso dell’anno è stato integrato lo sviluppo produttivo con l’inserimento di 9 Agenti e sottoscrivendo 7 convenzioni con Mediatori Creditizi. Oggi Spefin conta su una rete presente sull’intero territorio nazionale (Catania, Palermo, Cosenza, Potenza, Napoli, Roma, Bologna e Torino) e circa 100 agenti-collaboratori.

Nel corso dell’anno 2017 la Società, ha avviato alcuni progetti che aiuteranno la società soprattutto nel 2018 a migliorare l’efficienza dei processi, grazie ad una implementazione sul gestionale Edotta e l’inserimento di nuovi Agenti che sono stati frutto di una lunga trattativa negli ultimi mesi dell’anno.

Nel 2017, inoltre, è stato completato il progetto che prevedeva la produzione a distanza e, nei primi mesi di gennaio 2018, è stato messo in produzione il portale myquinto.it. In un’epoca di innovazione digitale Spefin ha pensato, in maniera lungimirante, di affidare anche ad un’app il compito di ampliare il bacino di possibili clienti interessati a richiedere l’erogazione della cessione del quinto.

MyQuinto è un inedito per il settore dei crediti alla persona che Spefin ha progettato e lanciato per rendere la richiesta della cessione del quinto un processo agevole e diretto, gestibile direttamente da un device portatile: pochi e intuitivi passaggi consentono di inoltrare la richiesta per la liquidazione del finanziamento. Tutto avviene attraverso la piattaforma che permette lo scambio e l’accettazione dei documenti necessari.

Nel mese di dicembre 2017 Spefin è stata ammessa al programma Elite di Borsa Italiana. Elite è la piattaforma internazionale di servizi integrati che consente alle migliori aziende nazionali di seguire un efficace percorso di crescita anche attraverso un approccio istituzionale ai mercati finanziari.

La partecipazione al programma è subordinata, per le aziende, all’ottemperanza di alcuni requisiti essenziali come il forte orientamento alla crescita e l’ultimo bilancio in utile. Condizioni, queste, tutte pienamente rispettate da Spefin.

In tema di funding, la società ha dato seguito all’accordo con BAPR per la cessione dei crediti prosoluto. L’accordo prevede l’obbligo della Banca all’acquisto di crediti provenienti da contratti di cessione del quinto e Delega di pagamento per un importo di 360 milioni in tre anni…