Promuovere servizi di pagamento innovativi, efficienti e sicuri. Rafforzare l’azione della vigilanza sugli intermediari e la tutela dei clienti, Ampliare l’offerta di informazioni al pubblico e Proseguire il percorso di innovazione gestionale e organizzativa, sono questi gli obiettivi strategici per il triennio 2017-2019, individuati attraverso un processo articolato che ha coinvolto tutte le funzioni della Banca d’Italia.

Si tratta di obiettivi ambiziosi che Banca d’Italia intende perseguire con un Piano Strategico, che è uno strumento di lavoro, un punto di riferimento per orientare l’impegno e per essere uno stimolo a contribuire al miglioramento di Banca d’Italia.

In sintesi gli obiettivi principali del Piano Strategico 2017-2019:

Promuovere in Italia e in Europa servizi di pagamento innovativi, efficienti e sicuri

Partecipare attivamente alle nuove iniziative progettuali dell’Eurosistema nell’ambito dei sistemi di pagamento e regolamento (Vision 2020)

Contribuire a semplificare e rendere più tempestivi i pagamenti pubblici; potenziare le analisi dei flussi finanziari pubblici

Promuovere l’innovazione e la resilienza del settore finanziario italiano

Rafforzare l’azione di vigilanza e la tutela dei clienti dei servizi bancari, finanziari e di pagamento

Rafforzare l’azione di vigilanza in relazione all’evoluzione del sistema bancario e finanziario, anche nel contesto dell’SSM

Accrescere la tutela dei clienti dei servizi bancari e finanziari e dei servizi di pagamento

Ampliare l’offerta di informazioni al pubblico

Ampliare e valorizzare il patrimonio informativo disponibile al pubblico

Rafforzare presso il pubblico la conoscenza delle attività svolte e dei risultati conseguiti dalla Banca

Essere più innovativi ed efficienti

Sostenere un ambiente di lavoro favorevole alla collaborazione e orientato ai risultati

Lavorare per un’organizzazione agile, aperta e innovativa

Rafforzare il controllo di gestione sviluppando strumenti di analisi e iniziative di razionalizzazione

Rafforzare la cyber security della Banca in relazione a nuovi scenari di rischio.

Per visualizzare il documento completo cliccare qui.

© Riproduzione Riservata PLTV