Il DECRETO-LEGGE 30 dicembre 2013, n. 150 su “proroga di termini previsti da disposizioni legislative”, prevede che l’attività di controllo sul rispetto della trasparenza da parte di  mediatori creditizi e agenti in attività finanziaria passi sotto il controllo dell’OAM dal 1 luglio 2014 e non dal 1 gennaio 2014 come inizialmente previsto. Pertanto per i prossimi 6 mesi rimarrà ancora in capo a Bankitalia.