Dopo l’accordo sottoscritto a settembre 2017 con Cairo Editore ed un investimento di € 300.000 per tutto il 2018, PrestitoSì Finance S.p.A. annuncia con grande soddisfazione la sottoscrizione di un nuovo accordo pubblicitario con Arnoldo Mondadori Editore per la rivista Tv Sorrisi e Canzoni.

Tv Sorrisi e Canzoni è il primo settimanale italiano, con una tiratura media di 1.336.508, una rivista che rappresenta ormai un cult per le famiglie italiane. La prima uscita di PrestitoSì sulla rivista è prevista a partire dal 3 aprile.

“Come anticipato nei mesi precedenti, abbiamo intrapreso un processo che ci porterà a rafforzare e consolidare il nostro brand presente su tutto il territorio nazionale, il nostro obiettivo è di farlo riconoscere ed identificarlo dalle famiglie italiane come punto di riferimento per l’accesso al credito – dichiara il presidente del Gruppo PrestitoSì Vincenzo Barba -. Siamo consapevoli della potenzialità del nostro Brand e tra le nostre iniziative finalizzate alla crescita del marchio rientra anche il settore dell’editoria. Da settembre 2017 siamo presenti tutte le settimane sulle riviste di Cairo Editore; d’ora in poi gli italiani potranno trovare PrestitoSì anche sulla più importante rivista di un altro grande editore come Mondadori, ormai conosciuto da più generazioni. Questo percorso favorirà una grande crescita del brand, segno inconfutabile della nostra volontà di giocare un ruolo da protagonisti sul mercato del credito nei prossimi anni. Così come avvenuto con Cairo Editore per i primi ¾ mesi, procederemo anche con Tv Sorrisi e Canzoni ad un’area test della campagna, con un investimento di € 70.000,00 che si aggiunge al budget di € 300.000,00 che avevamo deciso, già lo scorso anno, di destinare ad attività pubblicitarie. L’obiettivo, comunque, è di prolungare la campagna per tutto il 2018 e anche per il 2019. Si tratta sicuramente di un investimento impegnativo. E’ difficile fare una previsione a breve periodo del rendimento della campagna in termini di rapporto tra investimento e volume d’affari. Ci aspettiamo risultati importanti, sotto questo aspetto, sicuramente nel medio e ancor più nel lungo periodo. Quello che più conta per noi è valorizzare l’offerta del modello agency, per i nostri consulenti che sceglieranno di aprire agenzie a nostro marchio, ma soprattutto far sì che il nostro brand diventi sempre più familiare agli occhi delle famiglie italiane”.