Matteo Del Fante, amministratore delegato e direttore generale di Poste Italiane, ha così commentato il 1° semestre 2018: “Poste Italiane procede con una solida attuazione degli obiettivi di Deliver 2022 e la performance del secondo trimestre conferma i primi impatti positivi dell’esecuzione del piano. Sono molto soddisfatto dei primi risultati del nuovo modello di recapito (Joint Delivery Model) e dalla perfetta esecuzione del suo piano di attuazione. Siamo in grado di offrire, fra le altre cose, consegne serali e nei fine settimana. Siamo efficienti e competitivi nell’e-commerce e offriamo una gamma di servizi per i clienti B2C che ha spinto Amazon a sceglierci come partner di lungo termine. Sono anche orgoglioso di aver stabilito una partnership con la FIT1 per favorire ulteriormente la penetrazione dell’e-commerce in Italia. Considerando la presenza diffusa sul territorio dei tabaccai aderenti, l’accordo ci consente di proteggere efficacemente la nostra posizione di mercato. I nostri piani si basano sul fatto che Poste Italiane recapita 1 pacco su 3 in Italia. Inoltre, 1 acquisto online su 4 è pagato con carte Postepay. Prevediamo un consolidamento della nostra leadership nell’e-commerce attraverso la progressiva realizzazione del piano Deliver 2022 con i volumi B2C in aumento del 40% nella prima metà dell’anno includendo i pacchetti internazionali. Arrivano inoltre riscontri positivi dal progetto di digitalizzazione del gruppo, che è in fase di accelerazione anche grazie alla costituzione di un istituto di monetica elettronica che sarà operativo entro la fine dell’anno.
I nostri dipendenti sono fondamentali per la nostra strategia: nell’arco di piano mettiamo loro a disposizione 20 milioni di ore di formazione; stiamo inoltre assumendo 500 laureati da destinare alle sale consulenza dei nostri 12.800 uffici postali. Abbiamo siglato accordi di distribuzione di fondi di investimento e di prestiti personali e mutui, con risultati positivi grazie alla presenza capillare degli uffici postali in tutte le città italiane. Il nostro modello di distribuzione e di piattaforma aperta e controllata è operativo ed è focalizzato sui sistemi informatici e sulla formazione del personale. L’esecuzione e il monitoraggio di Deliver 2022 sono una costante del nostro lavoro giornaliero. Continueremo a puntare in alto per garantire un’offerta di prodotti e servizi di qualità adatta alle nuove esigenze dei nostri clienti.
Confermiamo i nostri obiettivi 2018 sia a livello di Gruppo che unità di business”.

Poste Italiane e Credito al Consumo nel 1° semestre 2018

I prestiti personali e i mutui concessi sono aumentati del 26,2% nel secondo trimestre, con un incremento dei ricavi normalizzati del 45,8%, a €70 milioni, e con un’ulteriore crescita prevista nel secondo semestre del 2018 grazie agli accordi di distribuzione con Intesa. Il 31 luglio 2018, Poste ha siglato con Unicredit un accordo di distribuzione di finanziamenti a fronte di cessione del quinto, un mercato altamente redditizio, ad ulteriore sostegno degli obiettivi per il 2022. Attuazione di un piano di assunzioni di 500 laureati da inserire nell’area consulenza degli uffici postali.