Mediocredito Centrale (MCC)  si è concentrato nella prima parte del 2017 nello sviluppo dei fattori abilitanti necessari a consolidare la crescita degli attivi creditizi a favore dello sviluppo del Sud e del suo tessuto imprenditoriale, costituito principalmente da PMI.

E’ stato messo in atto lo studio e la realizzazione di un insieme di strumenti, canali e prodotti dedicati al target PMI, tenendo conto:

  •  dell’esigenza di mantenere/sviluppare gli attuali ricavi da margine di interesse;
  •  della necessità di mantenere un adeguato presidio della qualità del portafoglio;
  •  della volontà di posizionare la banca come riferimento autorevole per gli operatori bancari e finanziari operanti nel Sud.

Coerentemente con tali assunzioni la gamma di prodotti è stata arricchita con un nuovo set di finanziamenti dedicati alle Micro/Piccole e Medie imprese presenti sul territorio Italiano.

In questi mesi è stata inoltre  intrapresa un’azione di contatto e convenzionamento con nuovi canali di distribuzione rappresentati da Banche e Confidi del Mezzogiorno, nei confronti dei quali sono già stati sottoscritti i primi accordi di convezionamento, nel primo Semestre 2 Banche e 6 Confidi. Il processo di convenzionamento continuerà anche nel secondo semestre 2017.

Nei primi mesi 2017 si è proceduto al completamento delle funzionalità del nuovo canale digitale denominato “Flusso Elettronico Agevolato 2.0”, che supporta l’acquisizione massiva delle richieste di garanzia al fondo da parte delle Banche e dei Confidi.

Dismissione Rete Agenziale Retail

Nel primo semestre 2’17 da parte di MCC sono stati sostenuti Euro 1,9 milioni di oneri per la dismissione della rete agenziale e la cessazione delle stipule di contratti relativi alla concessione di crediti retail (mutui ipotecari residenziali e cessioni del quinto) assicurando la processazione di tutte le richieste nel frattempo raccolte e la dismissione della rete agenziale mediante sottoscrizione di accordi transattivi in sede protetta.

riproduzione riservata PLTV