Nonostante le difficoltà insite nell’attuale contesto, il Gruppo Banca Etruria ha continuato a svolgere attivamente il proprio ruolo di sostegno alle attività produttive e alle famiglie del proprio territorio di riferimento, nella consapevolezza del necessario supporto degli intermediari locali per rimettere in moto un circolo economico virtuoso.

Tale sostegno si è concretizzato accogliendo le richieste di credito di circa 3.900 clienti (contro 4.900 dello stesso periodo 2013) per un totale concesso alla clientela di oltre Euro 157 mln (+ 25% sul 1° trimestre 2013), di cui Euro 146,2 mln (contro Euro 115 mln dello stesso periodo 2013) erogati dalle banche del Gruppo e i restanti Euro 10,8 mln (erano pari a Euro 12 mln nel 1° trimestre 2013) tramite gli accordi di partnership che prevedono l’esternalizzazione del portafoglio prodotti a medio-lungo termine (in particolare leasing, prestiti personali e mutui a privati).

Il ticket medio a fine marzo risulta di poco superiore a Euro 40 mila.