L’intesa ha l’obiettivo di favorire l’evoluzione e la diffusione dei servizi di pagamento telematici nel nostro Paese

L’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e Moneta Elettronica (A.I.I.P.) e il Consorzio CBI hanno sottoscritto un accordo di cooperazione con l’obiettivo di realizzare progetti volti a favorire l’evoluzione e la diffusione dei servizi di pagamento telematici, presso le rispettive associate e la loro clientela, in ambito sia domestico che transnazionale.

Secondo quanto previsto dall’intesa – che è stata firmata a Roma dal Presidente del Consorzio CBI, Giovanni Sabatini, e dal Presidente dell’AIIP, Maurizio Pimpinella – nei prossimi mesi saranno messi e punto e avviati una serie di progetti finalizzati ad agevolare la piena operatività degli Istituti di pagamento e di moneta elettronica nell’erogazione dei servizi CBI e a diffondere, nel nostro Paese, cultura e sensibilità sull’utilizzo e sull’utilità degli strumenti di pagamento telematici.

“Gli istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica – ha detto il Presidente AIIP Maurizio Pimpinella – sono una realtà in continua crescita nel mercato italiano e rappresentano sempre più un’opportunità per lo sviluppo dei pagamenti elettronici e per la digitalizzazione del Paese”

“Nello scenario attuale – ha detto il Presidente del Consorzio CBI, Giovanni Sabatini – collaborazione e competizione rappresentano un volano strategico per migliorare ulteriormente l’offerta di prodotti e servizi nei confronti della clientela. In coerenza con questo orientamento, il Consorzio CBI considera l’ingresso dei nuovi soggetti che competono in base a regole comuni un elemento di efficienza per il settore”.

Associazione Italiana Istituti di Pagamento e Moneta Elettronica
L’Associazione ha lo scopo di diffondere e favorire lo sviluppo, l’informazione e la conoscenza degli istituti di pagamento e quindi dei servizi di pagamento e promuovere attività di carattere culturale connessa. L’AIIP svolge un ruolo attivo nel processo legislativo e regolamentare attraverso un’attività di rappresentanza istituzionale e di fattiva collaborazione con le Autorità competenti per creare un contesto favorevole allo sviluppo dei servizi e sistemi di pagamento.
Al centro dell’attività dell’Associazione si pongono lo studio, la ricerca, l’analisi e la prevenzione in materia di sicurezza dei servizi di pagamento.

Consorzio CBI
Il Consorzio CBI gestisce un’avanzata infrastruttura di rete che collega oltre 950 mila imprese e circa 600 istituti finanziari, tra cui Poste Italiane e CartaLis. Nel 2013 la rete CBI ha registrato il passaggio di oltre 4,4 miliardi di transazioni dispositive, informative e documentali tra l’Industria Bancaria e le imprese/PA.