Market trends

L’OAM ha elaborato una serie di dati che guardano in profondità alle caratteristiche degli iscritti ai suoi elenchi, in modo da fornire insights esclusivi al mercato.

A poco più di due anni dall’apertura ufficiale degli Elenchi tenuti dall’OAM, Organismo degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi, cresce ancora il numero degli iscritti e dei collaboratori che fanno riferimento ai soggetti in Elenco.

OAM ElenchiL’analisi comparativa tra i dati al 30 settembre 2014 e quelli di fine 2013 mostra una leggera crescita del numero complessivo degli iscritti, 9.782 vs. 9.758, che ha più che compensato le cancellazioni avvenute nel periodo.

Significativo è però l’incremento degli iscritti operativi, che nei primi nove mesi dell’anno salgono a quota 7.926 dai precedenti 7.201.
Viceversa, grazie alla costante opera di vigilanza da parte dell’Organismo a tutela dei consumatori ed in favore dell’innalzamento della qualità della professione, diminuisce il numero dei soggetti iscritti non operativi che si attesta a 1.856 unità rispetto alle precedenti 2.557. Nel corso dei prossimi mesi si prevede un’ulteriore diminuzione di tale numero a seguito delle cancellazioni previste verso i soggetti che sono rimasti in operativi da oltre un anno.

Appare rilevante l’incremento dei collaboratori che fanno riferimento ai soggetti in Elenco, che raggiunge quota 10.476 unità contro le 7.887 di fine 2013.

Sempre analizzando i dati dei primi nove mesi del 2014, l’Ufficio Elenchi dell’OAM ha concluso quasi 7.500 procedimenti, suddivisi tra iscrizioni, cancellazioni, variazioni e integrazioni dati. Un media che supera nettamente le 800 lavorazioni mensili, a dimostrazione che gli Elenchi non solo crescono nei numeri assoluti, ma le variazioni e i turnover al suo interno li rendono “vivi”.

Comments are closed.