Attività di vigilanza dell’OAM in linea con quanto programmato nel primo semestre dell’anno: l’Ufficio competente ha svolto oltre tremila controlli centralizzati dei quali poco più di mille sono ancora in corso, a fronte dei cinquemila previsti.

CONTRO L’ABUSIVISMO INOLTRATE 6 DENUNCE ALLE PROCURE DELLA REPUBBLICA

A valle delle verifiche sono stati adottati 543 provvedimenti sanzionatori con 387 provvedimenti di cancellazione, gran parte dei quali dovuti al mancato pagamento dei contributi, 123 richiami scritti e 28 sanzioni pecuniarie.

Sono state inoltre decise 446 cancellazioni (432 per inattività protrattasi per oltre un anno).

In attuazione delle linee programmatiche approvate, è proseguita la verifica del possesso e del mantenimento dei requisiti di validità e di efficacia dell’iscrizione negli Elenchi, e del rispetto delle norme che regolano l’esercizio dell’attività degli iscritti.

In particolare, è stato richiesto a 420 Agenti in attività finanziaria persone fisiche di trasmettere copia dell’attestato comprovante il conseguimento del titolo di studio idoneo allo svolgimento dell’attività: la stragrande maggio-ranza (394 soggetti) è risultata in regola mentre è stata avviata la procedura di cancellazione nei confronti di quanti non hanno fornito riscontro.

Risultati soddisfacenti anche sul fronte del possesso del requisito di onorabilità: sono stati controllati, attraverso i casellari giudiziali, 1271 soggetti, 1184 dei quali non risultano avere condanne, mentre per altri 87 soggetti, che hanno riportato condanne passate in giudicato, sono in atto le dovute verifiche per valutare l’avvio di procedure di cancellazione.