CreditAgri, avviata un’analisi di percorso, ha adottato una serie di misure strategiche che, nell’ambito di un processo di rinnovamento più ampio, mirano a condurre un’azione focalizzata di derisking ed ottimizzazione dei Risk Weighted Asset nonché di razionalizzazione e ridimensionamento della struttura.

In proposito, la Società ha implementato un Piano industriale, da realizzare nell’orizzonte temporale 2019-2021, che è articolato in sette linee strategiche:

1- costituzione di due Confidi minori ex art. 112 TUB;
2- rilancio commerciale;
3- ottimizzazione del rischio di credito e degli assorbimenti patrimoniali;

4- presidio del rischio finanziario;
5- rightsizing delle risorse umane;
6- cost excellence su Altre spese amministrative;
7- rafforzamento di processi e strumenti di pianificazione e controllo.

In relazione a quanto sopra esposto, assume ruolo centrale l’operazione di scissione totale proporzionale di CreditAgri S.c.p.a. in due Confidi minori di nuova costituzione ex art. 112 TUB.

Il management ha previsto di organizzare entrambe le società “derivate” in base ad un presidio territoriale: una sarà focalizzata sulle regioni del Centro-Nord Italia, mentre la seconda sarà finalizzata allo sviluppo delle attività del Centro-Sud Italia e delle Isole.

AGRICONFIDI Centro Nord Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi”, che subentrerà nella universalità dei rapporti giuridici, attivi e passivi, che riguardano l’operatività nelle regioni del Centro-Nord Italia, nell’insieme delle attività e passività connesse all’attività svolta;

“AGRICONFIDI Centro Sud Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi”, che subentrerà nella universalità dei rapporti giuridici, attivi e passivi, che riguardano l’operatività nelle regioni del Centro Sud e delle Isole, nell’insieme delle attività e passività comunque connesse all’attività svolta.

Il Progetto di scissione totale prevede che l’intero patrimonio della Società scindenda sia assegnato in misura proporzionale alle due nuove società, che saranno iscritte all’Albo Unico di cui all’art. 112 del TUB.

Di conseguenza, a causa di tale effetto della scissione, si produrrà, in capo al Confidi scindente – Creditagri – lo scioglimento senza liquidazione.