Mediocredito Centrale, come da Piano Industriale 2018-2020, approvato lo scorso gennaio, è intenta a sviluppare 3 attività avendo riguardo al principio della prevalenza a sostegno dell’economia meridionale, in piena sinergia con la controllante Invitalia, l’Agenzia per lo Sviluppo che agisce su mandato del governo per favorire lo sviluppo di nuove imprese e rafforzarne la competitività.

Nel Piano Industriale è previsto anche il consolidamento del ruolo di Banca di II livello, anche attraverso la necessaria revisione del modello commerciale ed operativo.

La mission della Banca, come da nuovo piano industriale, sarà incentrata su 3 linee di attività:

Banca per lo Sviluppo con:

– focalizzazione degli impieghi sulle PMI, con prevalenza al Meridione;

–  promozione e sostegno agli interventi infrastrutturali;

–  finanza complementare agli incentivi pubblici alle imprese;

Banca di II livello con:

–  modello di business basato su accordi con altri istituti di credito;

–  partecipazione a prestiti sindacati;

–  accordi con altre banche per ampliare l’utilizzo di fondi pubblici;

Banca di Servizio con:

–  politiche per l’accelerazione dell’accesso al credito delle PMI;

– focalizzazione del Fondo di Garanzia ed integrazione con la gestione degli incentivi alle imprese.

riproduzione riservata PLTV