L’OAM ha pubblicato in questi giorni la Comunicazione n. 6/15, con la quale si rende noto il chiarimento ricevuto dall’Agenzia delle Entrate in merito all’applicabilità della ritenuta d’acconto nella fatturazione attiva delle società di mediazione creditizia.

L’Agenzia delle Entrate con una nota di Consulenza Giuridica chiarisce che le provvigioni corrisposte ai mediatori creditizi per l’opera prestata, comprese le attività connesse, debbano essere assoggettate alla ritenuta d’acconto.

Per maggiori approfondimenti si rimanda al sito dell’OAM