Mediocredito Centrale, a valle dell’approvazione del nuovo Piano Industriale 2018-2020 e del Budget per l’anno in corso, si è proposta in questa prima parte del 2018, di consolidare il proprio ruolo istituzionale, a sostegno del credito ed in particolare del Mezzogiorno, concentrando le erogazioni alle Imprese, e in larga misura sul segmento delle PMI, attraverso il ruolo di Banca di II livello.

La Banca, pertanto nel corso del primo semestre, si è concentrata nello sviluppo dei:

  • fattori abilitanti del nuovo Modello di business focalizzandosi sul potenziamento dell’offerta e lo sviluppo del modello di funzionamento, attraverso lo sviluppo di sinergie commerciali, di accordi con altri istituti creditizi, idonei ad agevolarel’accesso al credito, integrando l’offerta con misure di sostegno pubblico edimplementando sinergie tra gli strumenti per la promozione e realizzazione di interventi infrastrutturali;
  • sull’evoluzione del modello di business in logica di piattaforma digitale e di semplificazione di accesso con la necessaria rivisitazione del modello di interazione con clienti/partner/terze parti e la revisione dei processi operativi e dei sistemi di suppoto.

    Nel corso del primo semestre 2018 sono stati erogati finanziamenti a medio lungo termine per un ammontare complessivo di oltre Euro 200 milioni.

    L’attività commerciale è stata orientata prevalentemente verso le piccole e medie imprese del Mezzogiorno, attraverso l’offerta standard di prodotto e verso imprese corporate con affidamenti anche in pool con altri istituti del territorio.

    L’attività standard sulle PMI è stata realizzata principalmente in partnership con banche e confidi convenzionati, mentre l’attività Corporate è stata sviluppata dal canale Diretto della Banca stessa.

    Nel corso del semestre, coerentemente con gli indirizzi del piano industriale, sono stateattivate azioni commerciali in sinergia con Invitalia che hanno visto, tra l’altro, il lancio del prodotto finanziario correlato alla misura “Resto al Sud” collocato in modalità “B2C”grazie ad un nuovo portale informatico (EasySud).

In ambito Agevolato, con specifico riferimento al Fondo di Garanzia per le PMI, nel primo semestre dell’anno, ha continuato ad evidenziare una buona dinamica di crescita; con 68.518 domande pervenute (+11,4% rispetto al primo semestre 2017), con 67.335 operazioni ammesse alla garanzia (+10,3% rispetto al 2017), per un volume di finanziamenti pari a circa 9,8 miliardi (+15% rispetto al 2017) ed un importo garantito pari a 6,9 miliardi (+16,4% rispetto al 2017).

In particolare si evidenzia durante questa prima parte del 2018, l’ammissione alla garanzia del Fondo di 7 portafogli di finanziamenti (3 presentati da Unicredit e 4 presentati da Intesa Sanpaolo) per un ammontare pari a 1,65 miliardi di ulteriori finanziamenti attivabili a favore delle imprese.

  • estratto da relazione Semestrale 2018